BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Samsung Galaxy S5, S4 Mini, Nexus 5, 4, Galaxy S4, HTC One: Android 5.0 e 4.4.4. Bug ritardano primo, incerto ancora secondo

La partita dell'aggiornamento del sistema operativo di Google si gioca su due piani: Android 4.4.4 KitKat e Android 5.0 Lollipop.




C'è la data del 12 novembre 2014 che circola in riferimento al rilascio dell'OTA dell'aggiornamento di sistema operativo Android 5.0 Lollipop. Intendiamoci, non c'è nulla di ufficiale, ma si tratta di una indiscrezione che si unisce alla certezza dell'introduzione del codice sorgente del software nell'AOSP (Android Open Source Project) per Nexus 7 (2013) LTE deb, Nexus 7 (2013) Wi-Fi flo, Nexus 7 (2012) 3G tilapia, Nexus 7 (2012) Wi-Fi grouper, Nexus 10 manta, Nexus 5 hammerhead, Nexus 4 mako. A completamento delle novità ci sono le prime ROM per Nexus 7 2013 Wi-Fi, Nexus 5 e Nexus 4.

In ballo c'è anche Android 4.4.4 KitKat. Il ritardo dell'avvio del rollout e l'imminenza dell'approdo della nuova major release, lasciano immaginare come nei dispositivi coinvolti che non l'hanno ancora ricevuto, possa essere bypassato. Per verificare la disponibilità di nuovi software su smartphone e tablet Samsung, ad esempio, è possibile seguire il percorso Impostazioni -> Info sul telefono -> Aggiornamenti sistema. Per effettuare il download ci sono due strade percorribili: quella OTA (Over-the-Air) direttamente dallo smartphone o quella via Samsung Kies collegando il device a un PC.

La prima lista dei dispositivi che sicuramente supporteranno Android 5.0 Lollipop è da tempo presente sul web: oltre a Nexus 6 e Nexus 9, ci sono Nexus 5, Nexus 10, Nexus 7 e Nexus 4. E ancora, Samsung Galaxy S5, Samsung Galaxy Note 4, Samsung Galaxy Note 3 e Samsung Galaxy Alpha, LG G2 e LG G3, HTC One M8, HTC One M7 e HTC One Mini, Xperia Z, Xperia ZL, Xperia ZR, Xperia Tablet Z, Xperia Z Ultra, Xperia Z1, Xperia Z1S, Xperia Z1 Compact, Xperia Z2, Xperia Tablet Z2, Xperia Z3, Xperia Z3v, Xperia Z3 Compact, Xperia Tablet Z3 Compact.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il