BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Allerta Meteo Sicilia, Campania, Sicilia: previsioni oggi sabato 8 Novembre e domani domenica 9 aggiornate Scuole chiuse e ciclone

Allerta meteo in diverse città di Italia: novità, ultime notizie e situazioni critiche soprattutto a Carrara e nella Capitale. Le misure precauzionali e situazioni




AGGIORNAMENTO: Novità e ultime notizie ad oggi sabato 8 Novembre 2014 e previsioni per domani domenica 9 Novembre 2014. La protezione civile in Sicilia, ha diramato le previsioni meteo spiegando che il maltempo dovrebbe rallentare tra oggi e domani, ma sono previste ancora alcuni forti pioggie, temporali e precipitazioni con vento forte, soprattutto nelle zone di Catania, Siracusa e Ragusa. 

AGGIORNAMENTO: Ultime notizie e novità di oggi venerdì 7 Novembre 2014. La situazione nella capitale va migliorando. Le scuole torneranno aperte, non si registrano disagi sulle linee delle metro e l'acqua sembra smaltita correttamente ormai da tutte le strade. Situazione in peggioramento invece nel Sud Italia, sul versante tirrenico, per cui è stata decisa la chiusura di molte scuole in molti comuni della Sicilia, Calabria e Campania. Ecco le principali città che hanno deciso per il blocco delle lezioni anche per oggi 7 Novembre: Messina, Catania, Torre del Grego e ancora Sarno, Nicosia, Enna, Assoro, Aidone, Catanzaro,Ragusa, Locri, Ispica. Ma anche alcune scuole di Ercolano e Portici rimmarranno chiuse. E ancora Gallipoli, San Giorgio Ionico, Grottaglie, Alezio, Carosino, Racale, 

AGGIORNAMENTO: Ultime notizie da Roma. La fase acuta della perturbazione sembra esser passata in direzione del sud Italia. Se a Roma infatti a mezzanotte si passerà dal codice rosso a quello arancione, nel Lazio meridionale e nelle regioni del Sud del versante tirrenico l'allerta è ancora alta. Forti i disagi a Roma anche se in miglioramento: il servizio della metro è completamente ripristinato in tutte le stazioni. Decine ancora le strade con forti rallentamenti a causa di allagamenti o rami rotti. Raccondo con corsie ridotte tra Laurentina e via Appia. Al momento è previsto che non ci sarà alcuna chiusura delle scuole per domani venerdì 7 Novembre. Forti disagi anche a Fiumicino, dove la perturbazione ha colpito anche l'aeroporto allagando alcuni negozi e alcune parti dei terminali internazionali.

AGGIORNAMENTO: Alle 15 una vera bomba d'acqua è esplosa sulla capitale. Un violento nubifragio, colpendo prima Fiumicino, si è poi diretto su Roma Sud, mentre la zona nord della città è stata interessata da forti grandinate che hanno ricoperto le strade da uno spesso manto bianco. Decine di strade chiuse (la Panoricamica per esempio) e allagate, la metro in questo momento non presenta stazioni chiuse, ma la pioggia ha causato l'allagamento nella nuova linea C che sarebbe stata inaugurata il 9 Novembre e che ora vedrà sicuramente uno slittamento. Disagi anche per alcuni voli a Fiumicino.

Per il momento il sindaco Marina ha comunicato che il peggio sta passando e nelle prossime ore il meteo migliorerà. Pertanto almeno per ora è prevista la riaperture delle scuole per domani.

AGGIORNAMENTO: Nella capitale dopo ore di chiusura di alcune fermate della metro ora la situazione delle linee sembra ripristinata. Le strade tuttavia risultano ancora intasate e trafficate per la gran quantità di acqua che in alcuni punti non si riesce a smaltire (come sulla Cristoforo Colombo). Questa mattina ci sono stati anche ritardi su alcuni voli a Fiumicino, e ben 6 voli su Ciampino sono stati fatti atterrare nello scalo di Fiumicino, città che in questo momento vede un miglioramento del tempo tanto che il sindaco ha dichiarato che domani le scuole saranno aperte. Dichiarazione che non sono ancora arrivate da Roma, che attende la massima piena del Tevere per il pomeriggio.

AGGIORNAMENTO: Ultime notizie da Roma sulla situazione meteo e sui danni causati. Grazie alla preventiva chiusura di tutte le scuole di ogni grado, della Sapienza e di Roma Tre e dei cimiteri i disagi dovuto al traffico sembrano essere ridotti e causati soprattutto da alberi e rami che cadono per fortuna fino ad ora senza creare feriti. Chiuse tre stazioni della Linea A e dopo una violenta grandita sull'Eur ora la zona è tutta allagata. Bloccata la Cristoforo Colombo su cui si registrano 30 centimetri d'acqua.

Roma, Catania, Messina, La Spezia, Genova, Parma, Genova, Biella, Verbano: queste alcune delle città in cui oggi, giovedì 6 novembre, secondo le novità e ultime notizie, è scattata l’allerta meteo. Una forte tromba d’aria ha investito Catania provocando non pochi problemi in città; l’acqua alta la fa da padrone a Venezia, mentre, pur essendo diminuite, le piogge continuano a flagellare le città del Piemonte.

Particolarmente colpite Alessandria e Biella. Non va meglio nel Verbano. Sono, invece, migliaia gli sfollati a Carrara dove nella notte si è registrata la situazione peggiore per un alluvione che ha letteralmente travolto la città a causa dell’esondazione del fiume Carrione. Numerosi gli interventi dei vigili del fuoco per mettere in salvo tante persone.

A Parma, invece, è fase di preallarme non solo per la città ma anche per i comuni di Noceto, Fontanellato, Roccabianca, Fontevivo, S.Secondo Parmense, Sissa Trecasali e tutti i i comuni toccati dal fiume Enza, che spaventa a causa delle abbondanti piogge cadute. Torna la paura a Genova, dopo il brutto alluvione che solo qualche settimane fa ha travolto la città, e in tutta la Liguria dove il maltempo continua a persistere. Allerta nella Capitale dove sono state chiuse scuole e Università e il prefetto ha invitato a non uscire di casa, soprattutto con l'auto, se non strettamente necessario. Lazio.

A Roma temporali e vento forte hanno provocato la caduta alberi e rami e diversi allagamenti. Chiusa al traffico Via Dei Cerchi è tra Via di San Teodoro e Piazza della Bocca della Verità a causa di un pino di 25 metri pericolante che è stato tagliato; chiusa anche via Benaco; e chiusa la Passeggiata del Gianicolo in entrambe le direzioni. Le previsioni sono pessime ed è previsto un ‘codice rosso’ per elevata criticità idrogeologica su Roma, bacino medio Tevere, Aniene, bacini costieri sud e bacini del Liri, e ‘codice arancione’. Scuole chiuse anche a Viterbo, Fiumicino e Ciampino.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il