BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Renzi riforma ultime notizie: modifiche ipotizzate da Ministro Boschi in nuova dichiarazione e intervista

Anche il ministro delle Riforme Maria Elena Boschi frena rispetto a una possibile riforma delle pensioni. Posizioni in linea con quelle del ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan.




All'orizzonte non si intravedono notizie incoraggianti sul fronte della riforma delle pensioni. Nonostante il gran vociare che si è fatto prima e dopo il varo della legge di stabilità, a regnare è l'immobilismo sul fronte previdenziale. L'ennesima confermata è arrivata dalla parole del ministro delle Riforme Maria Elena Boschi, ospite di Mattino 5: non ci sono misure alo studio da parte del governo a sostegno dei pensionati. L'ipotesi dell'estensione del bonus di 80 euro o della definizione di una nuova no tax area è rimandata a tempi migliori dal punto di vista economico.

Queste dichiarazioni fanno il paio con le dichiarazioni del ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan, sempre molto restio a cambiare la struttura previdenziale messa in piedi dall'ex ministro Elsa Fornero. A suo dire, "la riforma del mercato del lavoro per essere pienamente funzionante ed efficiente dovrà essere sostenuta da risorse quantitativamente adeguate, per rafforzare e rendere più inclusiva la rete degli ammortizzatori sociali". Insomma si parla di welfare, ma non dal lato delle pensioni. Con buona pace di sindacati ed emergenze sociali. I fondi a disposizione verranno dunque dirottato sul lavoro.

Ma quali sono le principali misure pensate dal governo Renzi? Per i nuovi assunti a tempo indeterminato a tutele crescenti, il reintegro per licenziamenti economici è sostituito dal solo indennizzo crescente con l'anzianità. Quello previsto dall'articolo 18 dello Statuto dei lavoratori resta per i licenziamenti discriminatori. Promozione del contratto a tempo indeterminato rendendolo più conveniente rispetto ad altri tipi di contratto. Riordino delle tipologie contrattuali: abolizione delle forme più permeabili agli abusi e più precarizzanti, come i cosiddetti CoCoPro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il