BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Nexus 6: novità questa settimana tra uscita, preordini, indicazioni tecniche in Italia e all'estero

Non c'è ancora una data di disponibilità del nuovo smartphone che porta la firma di Google, ma tutto lascia immaginare che i tempi sono maturi.




Il Nexus 6 è già nel Play Store italiano: ci sono tutti i dettagli, ma manca l'indicazione del prezzo di acquisto. Fino a questo momento, Google si trincera dietro un generico e per certi versi sorprendente "disponibile a breve". A questo punto non resta che affidarsi alle indiscrezioni per capire quando lo smartphone realizzato da Google con Motorola, potrà finire nelle mani degli italiani. Le strade sono due: preoder nella prossima settimana e acquisto dal 18 novembre oppure prevendite il 18 novembre e invio dal primo dicembre. Quest'ultimo sarebbe lo scenario che dovrebbe caratterizzare il mercato britannico.

I tempi di rilascio del terminale sembrano comunque strettamente legati a quelli del nuovo sistema operativo Android 5.0 Lollipop, il cui rilascio dei primi aggiornamenti OTA è slittato per via della presenza di un bug che affliggeva la batteria provocando un consumo energetico eccessivo. Gli esperti di Mountain View si dicono convinti del successo delle vendite del Nexus 6. A sostegno dell'ottimismo c'è l'inserimento del terminale del listino dei 5 operatori telefonici T&T, Sprint, T-Mobile, Verizon Wireless e US Cellular.

Cosa aspettarsi dal Nexus 6? Tutti i dettagli sono stati svelati. Schermo da 5,96 pollici con risoluzione 2.560 x 1.440 pixel e densità di 493 ppi, il terminale è spinto dal processore quad-core Qualcomm Snapdragon 805 a 2.7 GHz ed è dotato di GPU Adreno 420, 3 GB di RAM, 32 o 64 GB di storage non espandibile. Il sistema operativo è il nuovo Android 5.0 Lollipop. In dotazione una fotocamera posteriore da 13 megapixel con sensore Sony IMX 214, doppio flash LED, apertura f/2.0 e registrazione video in 4K a 30fps. E ancora, ricarica wireless, tecnologia NFC (Near Field Communication) per il pagamento in mobilità, connettività Bluetooth 4.1, Wi-Fi 802.11ac 2×2 (MIMO), GSM, e supporto alla performante LTE (Long Term Evolution).

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il