BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Quota 96: ultime e ultimissime notizie, novità oggi lunedì 10 Novembre e questa settimana

Nuove richieste e interrogazioni per soluzione pensionamento dei Quota 96 della scuola ma nuova sentenza tribunale di Salerno apre nuove speranze. La situazione




E’ una delle emergenze sociali ancora aperte: se ne discute da mesi, forse anni, si cercano soluzioni da sempre, eppure i 4mila di Quota 96 della scuola sono tornati a lavoro, per l’ennesimo anno, pur avendo già maturato i loro requisiti di accesso alla pensione. In base alle vecchie regole pensionistiche, infatti, questi docenti e lavoratori del personale Ata sarebbero potuti andare in pensione già due anni fa (ed anche di più), ma per effetto delle leggi Fornero sono stati bloccati. Si è più volte ribadita la necessità di chiudere questa partita, che sta diventando sempre più una grande ingiustizia sociale, ed ora addirittura quell’ex ministro Fornero che ha causato questo problema, per un ‘errore’ di formulazione della sua legge, chiede al Parlamento interventi perché ponga una soluzione a questo ‘pasticciaccio’.

Anche la deputata Giacobbe del Pd, rivolgendosi al governo, sostiene come sia decisamente arrivata l’ora di dare risposte e pensare a soluzioni per i Quota 96 della scuola così come a esodati e lavoratori precoci e usuranti. Questa richiesta segue l’interrogazione parlamentare presentata già da Laura Puppato del Pd che ha chiesto soluzioni imminenti per i Quota 96 al ministro dell’Economia Padoan.

Ma a nutrire le speranze di molti dei Quota 96, l’ultima novità positiva che potrebbe aprire nuove strade di soluzione definitiva al pensionamento di tutti i 4mila lavoratori della scuola. Il giudice del lavoro del Tribunale di Salerno ha, infatti, riconosciuto il diritto al pensionamento di 42 docenti salernitani di Quota 96, correggendo così la Legge Fornero che li ha bloccati nel loro percorso verso la pensione.

L’effetto della sentenza è immediato, per cui gli insegnanti possono già andare in pensione. La sentenza riporta ‘Il ricorso dei 42 docenti salernitani deve essere accolto e per l'effetto accertato e dichiarato il diritto dei ricorrenti al collocamento in quiescenza alla data dell'1.9.2012’. La novità è stata confermata dal Sindacato Snals di Salerno dal segretario provinciale Antonio Gallotta. Ecco che allora per vedersi riconosciuto un diritto maturato, quello della pensione, i Quota 96 potrebbero ora bypassare le leggi dello Stato e rivolgersi direttamente ai tribunali.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il