BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Carta circolazione: aggiornamento obbligatorio auto aziendali, personali e familiari 2014 libretto e patente.Per chi,come funziona

Come funziona e cosa fare per aggiornamento carta di circolazione: ultime notizie, per chi vale e quanto costa adempiere al nuovo obbligo




Vale per autoveicoli, motoveicoli e rimorchi utilizzati per più di 30 giorni da chi non né proprietario: continuano ad essere manifestati dubbi sul nuovo obbligo di aggiornamento della carta di circolazione, novità che si assolve facilmente, semplicemente recandosi alla Motorizzazione e riportando il nome di colui che utilizza sul veicolo sul libretto di circolazione del veicolo utilizzato.

Devono adempiere al nuovo obbligo coloro che usano, per esempio, macchine aziendali, veicoli in leasign, ma non sono tenuti al nuovo obbligo i mezzi che, per circolare, hanno bisogno di particolari autorizzazioni amministrative, come i veicoli utilizzati per il trasporto di cose o persone, per cui serve di iscrizione al REN o all’albo degli autotrasportatori, di licenza per il trasporto di cose in conto proprio, di autorizzazione al trasporto di persone mediante autobus (in uso proprio o di terzi, es. il taxi). Il nuovo obbligo non vale nemmeno tra parenti di primo grado, come genitori e figli o nipoti e nonni, e fra conviventi, purchè dimostrino di risiedere nella stessa abitazione.

Il Ministero dei Trasporti ha precisato che l’obbligo vale anche per la variazione delle generalità della persona fisica intestataria del veicolo, variazioni che possono riguardare nome, cognome, la data di nascita, il luogo di nascita, il luogo di residenza; per la variazione della denominazione o della ragione sociale dell’ente intestatario, se il veicolo sia intestato ad una persona giuridica; in caso di comodato, se il veicolo sia concesso in utilizzo ad un soggetto diverso dall’intestatario del veicolo; o di comodato di veicoli aziendali.

L'obbligo, ricordiamo, è in vigore da lunedì 3 novembre e non è retroattivo, inoltre, per l'aggiornamento alla Motorizzazione, si dovranno versare 16 euro sul conto corrente postale 4028 (imposta di bollo) e 9 euro sul conto corrente postale 9001 (diritti Motorizzazione).

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il