Accordo tra Borsa Italiana e quella tedesca: nasce la prima borsa europea

È nata alla fine la borsa italo-tedesca. Borsa Italiana ha appena annunciato di aver siglato una lettera di intenti in vista della fusione con Deutsche Boerse



È nata alla fine la borsa italo-tedesca. Borsa Italiana ha appena annunciato di aver siglato una lettera di intenti in vista della fusione con Deutsche Boerse. Se ne parlava già da tempo e anche degli accordi con concessioni sulla governance della nuova piattaforma a piazza Affari erano stati raggiunti qualche mese fa. La nuova sfida è però già rivolta ad Euronext.

La borsa che riunisce le piazze finanziarie di Parigi, Amsterdam, Lisbona e Bruxelles sembra però definitivamente vincolata al nyse, la borsa di New York con cui ha già stretto accordi per trattative in esclusiva. A Berlino però degli States non vogliono sentirne parlare.

Una nota della borsa di Francoforte recita “Deutsche Boerse non considera attraente l’idea di conferire le sue attività sul mercato azionario per contanti a una entità combinata NYSE/Euronext, così come indicato dal rapporto Lachmann”.

Il nuovo alleato di piazza Affari avrebbe infatti già previsto un modello per la integrazione dei mercati cash europei guidata da Parigi, ossia per le nozze con Euronext. Fra le maggiori difficoltà anche quello della contrattazione su due valute (euro e dollaro), anche se, si sa, i problemi politici implicati dalle trattative in corso non sono minori.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il