BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Renzi riforma ultime notizie: referendum abolizione Legge Fornero, nuovo sostegno voto Lega da sindacati

Atteso parere Corte Costituzionale per il via libera definitivo al referendum abrogativo della riforma pensioi Fornero. Lo sostiene anche la Cgil. Situazione e previsioni





La Cassazione, dopo aver certificato le 500mila firme, ha dato il via libera alla possibilità di indire il referendum di abrogazione della riforma pensioni Fornero. Prossimo step la decisione della Corte Costituzionale. Il parere della Corte è atteso per dicembre e se ci sarà il via libera, il voto potrebbe essere nella primavera 2015. Se la decisione finale dirà sì, il sistema pensionistico italiano tornerebbe alle vecchie regole. Anche la Cgil sostiene il referendum della Lega per l’abolizione della legge Fornero.

La leader della Cgil Susanna Camusso sulla cancellazione totale della legge Fornero ha spiegato “Nel momento in cui la Corte costituzionale ammettesse la consultazione, la Cgil sarebbe favorevole in quanto ciò determinerebbe per il governo un tempo entro il quale abolire una legge ingiusta”. Per la Cisl “A quella legge vanno tolte le storture. È una cosa più complessa di un semplice referendum”.

Sono, dunque, sempre più coloro che sostengono l’eliminazione della riforma pensioni Fornero che ha creato diversi problemi e casi diventati sociali, come i Quota 96 della scuolae gli esodati. Eppure al governo non converrebbe la sua cancellazione totale che significherebbe, al contempo, dover rinunciare agli 80 miliardi di euro di risparmi garantiti fino al 2021.

Per evitare tale referendum ma dare risposte positive a colori che hanno chiesto modifiche all’attuale sistema pensionistico, basterebbe dare il via ad uno dei piani di uscita anticipata e flessibile proposti, come prestito pensionistico, estensione del sistema contributivo per tutti, Quota 100 e uscita a 62 anni con 35 anni di contributi e penalizzazioni. L’auspicio sarebbe anche quello di pensare ad una soluzione strutturale per tutti, che possa porre fine definitivamente alla questione esodati, e per il pensionamento dei 4mila lavoratori appartenenti alla Quota 96.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il