BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Quota 96: novità, ultime e ultimissimi notizie oggi venerdì 14 Novembre tra speranze e delusioni

Situazione aggiornata Quota 96 della scuola: emendamenti per soluzione pensionamenti e novità Cobas e Corte Costituzionale




AGGIORNAMENTO: Novità e ultime notizie aggiornate su quota 96 in questo articolo  e in questa altra news

L'On Ghizzoni scriveva sul gruppo dei Quota 96 di Facebook che tra gli emendamenti presentati alla Legge di Stabilità il governo ha bloccato la soluzione per i Quota 96 della scuola. E' stato dichiarato, infatti, inammissibile per mancanza di copertura l'emendamento presentato da Sel che chiede la soluzione della vicenda dei 4mila lavoratori dei Quota 96.

Inammissibili anche gli emendamenti Pd su tassazione agevolata Tfr, presentati da Maino Marchi e Marco Causi (Pd), per riportare l'anticipo del Tfr in busta paga ad un sistema di tassazione separata, non cumulabile con il resto dell'imponibile. Anche in questo caso, mancano le coperture per l’approvazione delle proposte di modifica. Bloccata anche la proposta di  Fassina che chiedeva di destinare anche agli statali il Tfr in busta paga e per farlo pagare direttamente dai datori di lavoro nelle imprese sotto i 50 dipendenti.

E i Cobas si organizzano, e hanno indetto per venerdì 14 novembre uno sciopero generale davanti al Miur. Intanto la questione arriva nelle mani della Corte Costituzionale, soprattutto dopo l’ultima sentenza del Tribunale di Salerno che ha concessi di diritto al pensionamento, e con effetto immediato, per 42 docenti salernitani.

E sembra sia questa la strada che molti interessati alla Quota 96 potrebbero intraprendere se dal governo non dovesse arrivare alcuna soluzione alla loro situazione. Del resto, si tratta di 4mila lavoratori che, legittimamente, chiedono li venga corrisposta una pensione per cui hanno maturato il diritto già oltre due anni fa. In questi anni, i vari governi post Monti sembrano non essersi mai interessati più di tanto al problema creato dalla riforma Fornero ed ecco che ora, dopo tante delusioni, ad interessarsi saranno avvocati, magistratura.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il