BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni uomini, donne, precoci, usuranti riforma Governo Renzi: novità e resoconto dopo incontro Maggioranza su provvedimenti

Nessun dietrofront su tassazione Tfr in busta paga e aumento rendite su fondi pensioni e previdenza complementare. Novità e risultati incontri pensioni




Revisione del regime di tassazione per il Tfr in busta in paga e aumento delle rendite su fondi pensioni e previdenza complementare: queste le richieste di Pd e altre forze politiche al governo per cambiare quanto previsto dalla nuova Legge di Stabilità, ma difficilmente si farà dietrofront sulle questioni. Ed è scontro, soprattutto perché non è previsto, tra gli emendamenti e le proposte di modifiche presentate alla riforma pensioni, alcun intervento per l’approvazione di piani di uscita anticipata che, seppur a costo zero e seppur discussi da mesi, non sono previsti.

Nulla, dunque, su sistema contributivo per tutti, prestito pensionistico, uscita con Quota 100; nulla di positivo nemmeno per la richiesta di cancellazione delle penalizzazioni per i lavoratori precoci o usuranti che decidono di andare in pensione prima dei 62 anni; così come svaniscono le speranze di quanti avevano chiesto e desideravano l’estensione del bonus di 80 euro anche per i pensionati.

E a confermare il ‘nulla’ le ultime dichiarazioni del ministro Boschi, che ha chiaramente spiegato come non vi siano provvedimenti specifici per i pensionati al vaglio del governo e parlato di eventuali aumenti pensioni solo dal 2016 e solo se saranno disponibili le risorse necessarie.

Tutto ancora risulta, dunque, sempre molto confuso, tutto ancora in dubbio per una riforma pensioni Renzi che, esattamente come avvenuto con il precedente governo, stenta ad arrivare. Manca ancora una volta il coraggio di intervenire su una legge, quale quella pensionistica Fornero, che assicura 80 miliardi di euro di risparmi a cui nessuno vuole rinunciare. Ma attenzione al referendum di abrogazione della riforma pensioni Fornero indetto dalla Lega che, se approvato ufficialmente, potrebbe cambiare del tutto le carte in tavola.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il