BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Nexus 6: nuove ipotesi uscita e preordini in Italia dopo Android 5 aggiornamento rilasciato. Primi giudizi, recensioni, commenti

L'ipotesi prevalente sulla commercializzazione del Nexus 6 vede nel 18 novembre il giorno di avvio delle prevendite con spedizione a inizio dicembre.




A quando il Nexus 6? La prossima versione dello smartphone di Google, questa volta realizzato con la collaborazione di Motorola, non ha ancora una data di uscita. Il suo destino è strettamente legato ad Android 5.0 Lollipop, la nuova release del sistema operativo del robottino verde che, rispetto all'iniziale tabella di marcia, ha già accumulato almeno una settimana di ritardo. Di conseguenza anche il device, equipaggiato con il software, non può che subirne le conseguenze. A ogni modo non mancano le indiscrezioni sulle strategie commerciali di BigG in Europa, Italia compresa.

Il giorno dell'avvio della fase delle prevendite sarebbe stato individuato nel 18 novembre. A quel punto sarebbero necessarie almeno due settimane prima della spedizione a casa degli acquirenti. Si tratta dello stesso schema immaginato per il mercato britannico. Ma si tratta comunque solo di ipotesi che non hanno trovato riscontro ufficiale dalle parti di Mountain View.

Stanno poi facendo la loro comparsa i primi test sulle performance del dispositivo. Se il giudizio da parte di chi l'ha testato è positivo, i benchmark di queste ore stanno disegnando uno scenario in controluce. Siamo ancora alle battute iniziali, ma per quanto riguarda le operazioni di scrittura sequenziale, il Nexus 6 sembra in affanno rispetto a Nexus 5, Samsung Galaxy Note 4 e Moto X 2014. E non parrebbe andare molto meglio sotto il profilo della batteria: meglio del nuovo smartphone di Google ci sarebbero l'iPhone 6 Plus, l'iPhone 6, il Samsung Galaxy S5, il Samsung Galaxy Note 4.

A convincere sono piuttosto il processore quad-core Qualcomm Snapdragon 805 Krait 450 SoC a 32-bit da 2,7 GHz con GPU Adreno 420 e 3 GB di RAM, e la fotocamera posteriore da 13 megapixel Sony IMX214 con doppio flash LED, apertura f/2.0 e registrazione video in 4K a 30fps.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il