BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Android 5: problemi, segnalazioni primi bug. Si può scaricare e installare Nexus 5, Nexus 4, Nexus 7 in Italia aggiornamento OTA

L'aggiornamento di sistema operativo Android 5.0 Lollipop è scaricabile per le versioni Wi-Fi del Nexus 5 e del Nexus 7 2013.




Inizia a fare la sua comparsa anche in Italia l'aggiornamento Android 5.0 Lollipop. I primi dispositivi a riceverlo sono le versioni solo Wi-Fi del Nexus 5 e del Nexus 7 2013. Google ha infatti messo a disposizione l'OTA scaricabile e installabile. In questa pagina è presente quella per Nexus 7 2013 (con sistema operativo Android 4.4.4 KTU84P), in questa seconda pagina per Nexus 5 KTU84P e in questa terza pagina per Nexus 5 KTU84Q. L'upgrade è dunque manuale e non automatico direttamente dal proprio device, rispetto al quale non sono ancora noti i tempi di avvio della distribuzione.

Questi sono naturalmente anche i giorni delle prime prove. Ed ecco come secondo quanto rilevato dall'esperto Jeremy Camp, per performance del Nexus 5 da 16 GB subirebbero un calo molto evidente (fino a 5 volte) nel caso di attivazione della crittografia della memoria interna.

In realtà sono anche gli altri comparti a frenare, da quello della fotocamera alla navigazione su Internet, seppur con una incidenza inferiore. Fra le segnalazioni di queste prime ore, ci sono anche quelle degli utenti che lamentano difficoltà di connessione Wi-Fi, forse a causa della presenza di un bug.

Se dovesse essere confermato anche da Google, va dunque messo in conto il rilascio di un primo aggiornamento correttivo in tempi brevi. Fino a questo momento non ci sono state invece lamentele intorno a un possibile calo della durata della batteria nei dispositivi su cui è stato effettuato l'aggiornamento software. Si ricorda che il rilascio di Android 5.0 Lollipop aveva subito il ritardo di una settimana rispetto all'iniziale tabella di marcia proprio a causa della scoperta di un bug che comprometteva in normale consumo energetico.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il