Quota 96: ultime e ultimissime notizie, novità oggi lunedì 17 Novembre e settimana tra alti e bassi

Si aprono nuove strade e speranze di soluzione per il pensionamento dei 4mila lavoratori della scuola di quota 96: riammesso emendamento in Legge di stabilità e ultime notizie

Quota 96: ultime e ultimissime notizie,


Prima la sentenza del Tribunale di Salerno che ha riconosciuto l’accesso alla pensione, con effetto immediato, per 42 docenti salernitani di Quota 96, sentenza che crea decisamente un precedente, soluzione cui potrebbero ricorrere anche tutti gli altri interessati al caso dei Quota 96 della scuola, se il governo dovesse ancora tardare a dare risposte certe a questi docenti e lavoratori Ata che potrebbero essere già in pensione da oltre due anni ma che sono ancora a lavora per effetto delle norme pensionistiche della riforma Fornero che non ha tenuto contro delle specificità che regolavano il comparto della scuola, poi la riammissione dell’emendamento per i Quota 96. Si aprono nuove strade e speranze per la pensione dei 4mila lavoratori della scuola.

Ma sul gruppo dei Quota 96 di Facebook si legge ‘La vittoria #quota96 scuola di Salerno? Potrebbe essere inutile! Parla l'avvocato. Riassumo l'incontro con il prof.Bellini dello Snals di Prato. E' del tutto inutile cantare vittoria dopo solo una sentenza di primo grado: il percorso è lungo, c'è ancora il secondo grado e poi la Cassazione, sempre che ognuno di questi giudizi ci dia ragione. Secondo lui, che è anche parecchio arrabbiato con i colleghi dello Snals di Salerno, perchè hanno infuso false speranze in tutti gli altri Quota96, la questione è puramente politica. Per l'immediato futuro, adesso vedo prematuro un incontro di noi per il ricorso (ma niente toglie che possiamo farlo ugualmente) e aspetto di parlare comunque con il mio avvocato,di cui vi farò sapere’.

E tra i commenti nel gruppo si legge ‘Proprio perchè è una causa semplicissima non è questione di avvocati bravi o meno bravi ma solo un problema di chi giudica. Lo Stato è così sicuro di vincere queste cause ( ovvero sa che nessuno si mette contro lo stato per difendere i non appartenenti alla casta) che a Salerno non si è nemmeno costituito’

Soddisfatto, comunque, l’Anief per la riammissione in Commissione dell’emendamento che potrebbe finalmente risolvere, una volta per tutta, questo grave caso di ingiustizia sociale ponendo le basi, anche, per nuove possibilità di intervento sulle pensioni in generale. Risolvere infatti il caso dei Quota 96 della scuola significherebbe agire, per la prima volta, in maniera concreta con interventi sulla riforma pensioni Fornero, correggendone una parte, il che si traduce nell’opportunità di continuare a lavorare su tale legge al fine di migliorarle nelle parti più rigide, modificandola senza però stravolgerne quell’impianto che ha assicurato al governo ben 80 miliardi di euro di risparmi fino al 2021.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il
Puoi Approfondire