BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Nexus 6: uscita oggi in Italia martedì 18 Novembre con preordini. Prezzi alti e problemi difetti deludono molti utenti

Il Nexus 6 potrebbe uscire oggi in Italia, ma rispetto al precedente top di gamma si registra un entusiasmo inferiore.




AGGIORNAMENTO: Il Nexus 6 potrebbe uscire oggi, martedì 18 Novembre, e ci sono vari indizi che lo confermano seppur non c'è nessuna certezza ufficiale. Trovate tutto in questo articolo aggiornato a questo link diretto.
D'altra parte, però, si registra la delusione degli utenti italiani e non, solo solo per i prezzi alti, ma per i problemi che continuano ad emergere come abbiamo spiegato nell'articolo sottostante

L'impatto sul mercato degli smartphone del Nexus 6 è stato inferiore a quel del precedente top di gamma. D'altronde siamo davanti a un dispositivo che ha perso la sua caratteristica principale ovvero l'eccellente rapporto fra caratteristiche tecniche di primo piano e prezzo competitivo. Se per il Nexus 5 occorreva un impegno di spesa di poco superiore a 300 euro, per fare proprio il nuovo device di punta di Google realizzato con Motorola, occorrono 649 euro per il modello con 32 GB di storage e 699 euro per quello da 64 GB. E le incertezze sui tempi di uscita sul mercato italiano non contribuiscono a creare empatia con i consumatori.

Appare un po' spiazzante il confronto video di ArsTechnica che sta circolando in questi giorni sul web fra il Nexus 6, naturalmente equipaggiato con Android 5.0 Lollipop e caratterizzato dalla presenza del processore Qualcomm SnapdragonTM 805 a 2,7 GHz con 3 GB di RAM, e il Nexus 5 basato su Android 4.4 KitKat e spinto dal processore Qualcomm Snapdragon 800 a 2,3 GHz con GPU Adreno 330 a 450 MHz. Si tratta di un paragone amatoriale e senza alcuna pretesta di scientificità, ma la risposta ai comandi da parte dell'ex top di gamma sembra migliore sia in termini di fluidità sia di velocità.

La durata della batteria da 3.200 mAh, accompagnata dal sistema di ricarica wireless (con Turbo Charger bastano 15 minuti per un'autonomia di 6 ore), è uno degli aspetti su cui si sta concentrando maggiormente l'attenzione degli utenti. Stando ai test effettuati da phonearena.com, l'autonomia del nuovo dispositivo di Google, pari a 7 ore e 53 minuti, è inferiore rispetto a quella di Sony Xperia T2 Ultra, Sony Xperia Z3, Huawei Ascend Mate7 e Samsung Galaxy Note 4, e superiore a quella di HTC One (M8), iPhone 6 Plus e LG G3.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il