BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni, riforma, quota 96, indulto, amnistia, Legeg Stabilità modifiche passate e abolite: novità oggi e questi ultimi giorni

Novità e cosa potrebbe ancora cambiare in nuova Legge di Stabilità e per i quota 96 della scuola. Ancora in discussione modifiche pensioni




Ancora emendamenti sulle pensioni in discussione alla Legge di Stabilità, su Tfr e tasse fondi pensione, ma nulla sui tanto richiesti meccanismi di uscita anticipata che renderebbero il sistema previdenziale italiano più flessibile, con la possibilità di permettere prepensionamenti ai lavoratori più anziani e creare, al tempo stesso, nuovi posti di lavoro per i più giovani, sistemi che dunque contribuirebbero a dare nuova spinta al mercato del lavoro.

Eppure, anche se a costo zero, non sono previsti prestito pensionistico, uscita a quota 100, sistema contributivo per tutti, uscita a 62 anni con 35 anni di contributi e penalizzazioni, e, secondo le ultime notizie, si spera arrivino prossimamente, nei prossimi mesi, anche in virtù del probabile referendum di abrogazione della riforma Fornero lanciato dalla Lega. Nuove speranze invece per i Quota 96 della scuola che potrebbero sperare nel pensionamento definitivo dopo la riammissione dell’emendamento alla Legge di Stabilità che chiede soluzioni definitive per i 4mila lavoratori della scuola ancora bloccati a lavoro a distanza di quasi tre anni dalla maturazione dei requisiti pensionistici.

A ravvivare gli animi degli interessati anche la sentenza del Tribunale di Salerno che approvato il pensionamento di 42 insegnanti salernitani. Anche se sul gruppo dei Quota 96 di Facebook si legge ‘La vittoria #quota96 scuola di Salerno? Potrebbe essere inutile!’ Una interessata dei Quota 96 ha riportato ‘Riassumo l'incontro con il prof.Bellini dello Snals di Prato. E' del tutto inutile cantare vittoria dopo solo una sentenza di primo grado: il percorso è lungo, c'è ancora il secondo grado e poi la Cassazione, sempre che ognuno di questi giudizi ci dia ragione’.

E prosegue ‘Secondo lui, che è anche parecchio arrabbiato con i colleghi dello Snals di Salerno, perchè hanno infuso false speranze in tutti gli altri Quota96, la questione è puramente politica. Per l'immediato futuro, adesso vedo prematuro un incontro di noi per il ricorso (ma niente toglie che possiamo farlo ugualmente) e aspetto di parlare comunque con il mio avvocato,di cui vi farò sapere’.

E mentre prosegue la discussione in Commissione Giustizia dei quattro ddl su indulto e amnistia, insieme all’emendamento per i Quota 96 della scuola, tra gli emendamenti in discussione alla Legge di Stabilità, il cui approdo in Aula è slittato al 27 novembre, quello che riguarda il Tfr in busta paga a tassazione agevolata, la riduzione dell’aumento della tassazione sui fondi pensioni, modifiche al bonus bebè 2015, cancellazione dei tagli ai patronati, possibile definizione della Local Tax, in cui dovrebbero confluire imue Tasi, estensione della platea del bonus Irpef, riduzione dell’Iva sugli e-book al 4%, estensione della rateazione per il pagamento delle cartelle Equitalia con un tasso d’interesse agevolato al 3,69%, per un massimo di 10 anni, e la definizione di sanzioni per commercianti e liberi professionisti che non si sono ancora dotati di Pos il pagamento con bancomat e carte di credito.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il