BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Android 5: problemi, errori e bug. Soluzione con nuovo aggiornamento Android 5.1 o minore

Alla nuova versione del sistema operativo mobile di Google potrebbe seguire in tempi brevi un primo update correttivo. Primi avvistamenti.




A poche ore dall'avvio della distribuzione dell'aggiornamento Android 5.0 Lollipop, sono già iniziate le voci dello sviluppo di un nuovo update correttivo Android 5.1. Non c'è stata una comunicazione ufficiale, ma della rivelazione dell'esistenza della release Android Lollipop MR1. Questa sigla (Maintenance Release) è stata in passato adottata da Google per indicare avanzamenti di software. La sua esistenza è saltata fuori nel corso della Devoxx Conference di Anversa, in Belgio, quando hanno preso la parola Romain Guy, Android Software Engineer, e Chet Haase, Google Senior Software Engineer.

Va da sé che non ci sono indicazioni sulle novità e sulle correzioni che l'aggiornamento potrebbe introdurre. Quel che sembra certo, alla luce delle tante segnalazioni di questi giorni, è la presenza di qualche problema di troppo nei dispositivi che hanno proceduto all'installazione di Android 5.0 Lollipop. In particolare c'è chi ha segnalato difficoltà di connessione via Wi-Fi, un calo delle prestazioni in seguito all'attivazione della crittografia. Non ci sono state critiche sul consumo della batteria. Anche dopo l'upgrade l'autonomia sembra essere rimasta agli stessi livelli.

A infoltire l'elenco dei problemi segnalati c'è anche quello lamentato dai possessori della versione solo Wi-Fi del Nexus 7 2013: l'impossibilità della riproduzione dei video presenti su YouTube. Al di là dei consigli per la risoluzione temporanea del problema (riavviare il device, abilitare Usa NuPlayer nelle Opzioni Sviluppatore, eliminare la cache di sistema da recovery), il bug rimane. Solo nei prossimi giorni, soprattutto quando il rollout raggiungerà un maggior numero di terminali, saranno chiari l'impatto del software e l'incidenza dei problemi segnalati.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il