BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni vecchiaia, donne, precoci riforma Governo Renzi: novità partiti e referendum cancellazione Legge Fornero.Aumenta appoggio

Sindacati e forze politiche divise sul futuro della riforma pensioni Fornero e sul referendum abrogativo lanciato dalla Lega: situazione e posizioni




Abolire la riforma pensioni Fornero e tornare alle vecchie regole pensionistiche, ponendo, finalmente, fine una volta per tutte anche a casi diventati ormai emergenze sociali, come quello degli esodati o dei Quota 96 della scuola, nati da errori contenuti nella formulazione della legge Fornero. Questo l’obiettivo del referendum abrogativo lanciato dalla Lega, che ha incassato il primo via libera della Cassazione e attende ora il parere della Corte Costituzionale. Se anche questo dovesse essere positivo, la prossima primavera 2015 gli italiani saranno chiamati ad esprimersi sul quesito. E Inaspettatamente il referendum della Lega sta riscuotendo grande consenso.

Appoggiato da Sel, e parte dei sindacati che hanno già espresso il loro parere favorevole ad un eventuale voto in primavera, a partire dalla leader della Cgil Susanna Camusso, il referendum della Lega sta anche facendo molto discutere. Secondo Messina di Italia dei Valori, per cui comunque la riforma pensioni Fornero andrebbe cambiata e modificata, “Se vuole eliminare la peggiore riforma del mercato del lavoro che ha provocato un danno per i lavoratori proprio come Italia dei Valori vuole può promuovere lei stessa un referendum. Altrimenti le proponiamo noi una strada molto più breve: sostenere il ddl che Italia dei Valori ha depositato in Parlamento. La Cgil ci dia una mano per fare in modo che in Parlamento venga approvato. Non dia alibi a nessuno ed in una settimana sarà possibile abolire la riforma pensioni Fornero”.

Divisi, nonostante l’appoggio al referendum, gli stessi sindacati. Se la Camusso si dice favorevole, come il segretario generale della Confsal-Unsa, sindacato autonomo dei lavoratori delle pubbliche amministrazioni centrali, Battaglia, secondo la leader della Cisl Furlan “Il governo dovrebbe mettere mano alla riforma Fornero sulle pensioni convocando le parti sociali. Affidare a un referendum la questione sarebbe troppo semplice. Rifare una legge pensionistica è qualcosa di un pò più complesso di dire sì o no a un referendum. La Cisl si aspetta che prima del referendum, il governo, invece di dare giudizi negativi sulla riforma Fornero, si decida a rimetterci le mani”.

Contrario al referendum il Pd che giudica troppo facile e irrealistico pensare di risolvere i problemi previdenziali dell’Italia con un semplice referendum, mente il Movimento 5 Stelle al momento si astiene. Nulla sul referendum della Lega, ma propone interventi necessari sulla riforma pensioni, tra reddito di cittadinanza, a sostegno di coloro che stanno vivendo davvero grandi difficoltà economiche, e aumento delle pensioni minime.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il