BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Quota 96: ultime notizie, novità e ultimissime oggi. Rimangono meno emendamenti dopo nuove cancellazioni giovedì 20 Novembre

Dopo la riammissione dell’emendamento per i Quota 96 nella Legge di Stabilità, ministro Madia conferma assunzioni per la scuola aprendo nuove speranze di soluzione per i lavoratori della scuola




AGGIORNAMENTO: Ultime e ultimissime notizie e novità ad oggi, giovedì 20 novembre 2014, su quota 96 pensioni scuola, in maniera particolare sugli emendamenti nella Legge di Stabilità
E' stato, infatti, cancellato l'emendamento della Lega Nord, non approvato in Commissione (dopo che la stessa commissione lo aveva riammesso insieme ad altri sempre per quota 96). Morando, ha spiegato, che, comunque, gli altri emendamenti rimangono e che verranno affrontati nei prossimi giorni nell'insieme di tematitche attineneti a come spendere i 150-200 milioni richiesti per la copertura dei quota 96.

Prima la riammissione dell’emendamento nella Legge di Stabilità, che chiede soluzioni immediate per i Quota 96 della scuola, poi le parole di ieri del ministro Madia che, durante l’incontro tenutosi con i sindacati, ha confermato le assunzioni per la scuola già annunciate dal governo Renzi. Si tratta di poche parole che però fanno ben sperare in nuove soluzioni per il pensionamento dei 4mila lavoratori della scuola. Le nuove assunzioni dovrebbero infatti andare a coprire posti lasciati liberi nella scuola, che potrebbero essere lasciati da coloro che vanno finalmente in pensione, cosa che, dunque, permetterebbe un turn over che farebbe decisamente comodo, tanto ai pensionandi quanto ad aspiranti insegnanti in attesa del posto di lavoro.

Il problema che, tuttavia, si pone è che se dovesse essere approvato l’emendamento che consente il pensionamento ai lavoratori della scuola, arriverebbero una valanga di richieste di pensionamento anche da parte di determinati lavoratori, come usuranti e precoci, che creerebbero non pochi problemi. Ma la questione dei Quota 96 è arrivata anche nelle mani della Corte Costituzionale, motivo per cui difficilmente non troverà ancora risposte adeguate, soprattutto dopo la sentenza di qualche giorno fa del Tribunale di Salerno.

Dopo la disposizione dell’immediato pensionamento per 42 docenti salernitani, il caso dei lavoratori della scuola ancora in atteso di congedo dopo quasi tre anni la maturazione dei requisiti necessari per uscire è approdato allo studio di due avvocati ragusani, Carmelo Giurdanella e Valeria Battaglia, che hanno sollevato la questione di legittimità costituzionale sulla norma della riforma Fornero, errata, che blocca il pensionamento dei lavoratori della scuola.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il