BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni donne, anzianità, precoci riforma Governo Renzi: novità partiti politici con importanti rilanci su modifiche

Sono diversi gli emendamenti sulle pensioni alla legge di stabilità che potrebbero ottenere il via libera, ma non ci sarà alcun cambiamento di rilievo nella riforma Fornero.




Sono questi i giorni in cui prendono forma gli eventuali cambiamenti al sistema previdenziale. Se di riforma della pensioni con il governo Renzi non è il caso di parlare, ci sono diversi emendamenti alla legge di stabilità al vaglio della Commissione Bilancio alla Camera dei Deputati. Fra quelli che potrebbero venire accolti ci sono quelli relativi alla revisione dell'inasprimento della tassazione dei fondi per la previdenza complementare e quelli per le casse professionali e del taglio dei fondi ai Patronati di circa 50 milioni di euro anziché dei 150 milioni di euro inizialmente previsti.

Non troverà invece applicazione l'emendamento del Movimento 5 Stelle sull'aumento delle pensioni minime a 600 euro al mese da finanziare con la riduzione del bonus di 80 euro a lavoratori dipendenti e assimilati. Tutto da scoprire quello sui quota 96 del mondo della scuola. Poi c'è pletora di proposte avanzate a più riprese di una revisione più robusta della legge Fornero: l'introduzione del prestito previdenziale per gli over 50 disoccupati, il ritorno al sistema delle quote, l'uscita anticipata a 62 anni di età con 35 anni di contributi, l'applicazione del sistema contributivo agli uomini.

I sindacati sono poi sul piede di guerra per l'emendamento del governo al Jobs Act che stabilisce il reintegro del lavoratore solo in alcune "fattispecie ingiustificate" di licenziamenti disciplinari. Previsti anche termini certi per la sua impugnazione. Il reintegro, poi, scatterà anche in caso di licenziamenti nulli o discriminatori, mentre è sostituito sempre dall'indennizzo per quelli economici. Ma per Annamaria Furlan, nuovo segretario generale della Cisl, "gli scioperi generali si fanno solo su obiettivi precisi, come quello del pubblico impiego, in quel caso è giusto".

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il