BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni anzianità, donne, vecchiaia riforma Governo Renzi: novità emendamenti Legge Stabilità presentati da minoranza Pd

Ancora proposte di uscita anticipata da minoranze Pd mentre sono state riammessi emendamenti per cancellazione penalizzazioni e proroga opzione contributivo donna




Manca ormai poco al voto sulla nuova Legge di Stabilità e ci si chiede le richieste di modifica alla riforma pensioni possano davvero trovare ancora applicazione o meno. Mentre c’è chi sostiene, ed anche in maniera abbastanza convinta, il referendum abrogativo della riforma pensioni Fornero proposto dalla Lega e che ha già ottenuto il primo via libera dalla Cassazione, ci sono forze politiche che invece continuano a presentare proposte volte a cambiare l’attuale legge pensionistica, cercando di renderla più flessibile. E si susseguono, infatti, le richieste di approvazione di uno dei piani di uscita anticipata, tra uscita a quota 100, uscita a 62 anni con 35 anni di contributi e penalizzazioni, o con prestito pensionistico, che consentirebbero al lavoratore di uscire prima e a costo zero per Inps e Stato.

Sono le minoranze del Pd a spingere perché si pensi a dare concretamente, soprattutto a determinate categorie di lavoratori, la possibilità di andare in pensione prima rispetto ai requisiti attualmente previsti. E non solo, perchè sono stati riammessi emendamenti che chiedono la proroga del contributivo donna, almeno per tutto il 2015; che prevedono la cancellazione delle penalizzazioni per i precoci che vogliono andare in pensione prima dei 62 anni; nonché l’emendamento per una soluzione definitiva per i Quota 96 della scuola.

Ed anche Cesare Damiano torna a parlare di pensioni. Se, infatti,  sull’accordo sulla riforma del lavoro ha detto “Sono molto soddisfatto della riformulazione dell’emendamento da parte del governo sul tema dell’articolo 18 che conferma i contenuti dell’accordo che abbiamo sottoscritto con il Governo”, sulle pensioni continua a sostenere il necessario intervento del governo perché pensi ad elementi di flessibilità da introdurre nell’attuale sistema pensionistico nonché una soluzione definitiva per gli esodati. Ma si tratta ancora di questioni in discussioni che, a discapito delle aspettative, potrebbero non rientrare nella Legge di Stabilità.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il