BusinessOnline - Il portale per i decision maker








IMU terreni agricoli e non: scadenza 16 Dicembre 2014. Calcolo, chi deve pagare, come funziona, istruzioni e spiegazioni

Si profila il pagamento dell'IMU anche sui terreni agricoli. La scadenza Ŕ fissata per il 16 dicembre. Ecco le condizioni previste.




C'è la scadenza fiscale del 16 dicembre 2014 da tenere in considerazione per il pagamento dell'IMU. Fra le proprietà da tenere in considerazione c'è anche quella dei terreni agricoli. Stando alle disposizioni previste dal governo, occorrerà passare alla cassa nei comuni sotto i 600 metri di altezza, ma se è compresa fra 600 e 281 metri, imprenditori agricoli professionali e coltivatori diretti avranno diritto a una esenzione parziale.

In realtà anche sotto i 281 metri sono previste riduzioni. Conterà dunque l'altitudine del centro principale del Comune, come certificato dall'Istat. Dati alla mano, sono coinvolti interamente 1.578 Comuni e in parte altri 2.568, fra cui, solo parzialmente, Roma, Bologna, Palermo, Trieste. Insomma, si tratta di un meccanismo piuttosto complesso da verificare caso per caso.

Si resta in attesa del via libera al decreto di Pier Carlo Padoan, ministro dell'Economia, prima della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. Per effettuare il calcolo della somma da pagare fra meno di un mese occorre prendere come iniziare dal reddito dominicale come risulta nel catasto, rivalutarlo del 25% e utilizzare il coefficiente del moltiplicatore, pari a 130, che diventa 110 nel caso dei coltivatori diretti e degli imprenditori agricoli professionali.

Occorre considerare che per queste ultime due categorie è in vigore una franchigia di 6.000 euro e una riduzione per scaglioni sull'eccedenza fino a 32.000 euro. L'aliquota è stabilita dai comuni, a partire dalla base del 7,6 per mille. Per il pagamento dell'imposta è possibile utilizzare il modello F24 (necessariamente per via telematica nel caso di importi superiore a 1.000 euro) o il bollettino postale debitamente compilato a cura del contribuente. Non ci saranno invii a casa.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il