BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni, riforma, quota 96, inulto, amnstia, nuovo canone Rai, Imu e Tasi terreni agricoli e non: novità oggi lunedì

Le novità del governo Renzi sulle questioni principali in discussione: mentre si attendono ancora risposte su pensioni, quota 96 e questione carceri, novità per canone Rai e Imu sui terreni agricoli




Diverse le novità del governo Renzi che sono state definite questa settimana, settimana decisamente importante per diverse questioni, dal lavoro alle pensioni. sono stati infatti riammessi emendamenti alla riforma pensioni, avanzati dalle minoranze del Pd, che hanno chiesto la proroga del sistema contributivo donna, magari estendendolo anche agli uomini, nonchè la cancellazione delle penalizzazioni per i lavoratori precoci che vogliono lasciare il lavoro prima dei 62 anni. Eppure, secondo le ultime notizie, sembrano difficili interventi reali sulle pensioni nella nuova Legge di Stabilità.

Tutto potrebbe slittare, invece, come dichiarato dal commissario Inps Treu al prossimo anno, quando si tornerà a parlare di uscita anticipata e flessibile e forse anche di aumenti per le pensioni più basse. In discussione, invece, anche la questione dei Quota 96 della scuola: se, infatti, è stato cancellato l’emendamento della Lega per il loro pensionamento, ne sono rimasti in discussione altri. Ma si è posto il problema del ricalcolo degli interessati. Erano 4mila al 2013 ma, considerando che nel frattempo alcuni sono già andati in pensione, dovrebbero essere meno per cui dovrebbero essere meno anche le risorse necessarie.

E mentre nessuna novità arriva ancora sulle questioni di indulto e amnistia, i cui quattro ddl sono in discussione in Commissione Giustizia, altre novità riguardano pagamento Imu di dicembre e canone Rai 2015. Il 16 dicembre, come ormai tutti sanno, scade il termine di pagamento del saldo Imu e Tasi, ma la novità riguarda i terreni agricoli e non che dovranno versare anch’essi l’Imu. Ne erano esentati infatti i terreni agricoli ma ora sono chiamati al versamento dell’imposta immobiliare.

Continueranno ad essere esenti dal pagamento Imu solo i terreni agricoli che si trovano nei Comuni ad oltre 600 metri sul livello del mare; tutti gli altri invece pagheranno, da quelli situati fra 281 e 600 metri, dove si pagheranno i coltivatori diretti o imprenditori agricoli professionali, a quelli fino a 280 metri dove pagheranno tutti.

Altra novità riguarda il nuovo pagamento del canone Rai che, secondo quanto proposto da viceministro Morando, potrebbe rientrare nella bolletta elettrica ed essere pagato in base al reddito. In base all’Isee, infatti, le fasce di reddito più basse non dovrebbero pagare il canone, mentre per i redditi medi e alti, invece, il costo potrebbe oscillare tra i 60 e gli 80 euro. Inoltre, il presupposto di pagamento del canone Rai non sarà solo il possesso di un apparecchio radiotelevisivo, ma di qualsiasi dispositivo elettronico che riceve segnali radio e tv, e cioè computer, tablet e smartphone.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il