BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tasi e Imu: dicembre 2014, seconda rata e saldo. Chi deve pagare, come e quando. Calcolo da rifare per molti Comuni e immobili

Calcolo e nuovo pagamento saldo Imu e Tasi. Cosa cambia per calcolo Imu con nuove aliquote e per i terreni agricoli. Le novità




Scade il 16 dicembre il versamento del saldo di Imu e Tasi 2014, appuntamento cui saranno chiamati tutti i cittadini italiani proprietari o anche inquilini. Partendo dalla Tasi, devono pagare il saldo del 16 dicembre tutti coloro che hanno già versato gli acconti di giugno e ottobre, sia coloro che non hanno pagato l’acconto e che dovranno pagare ora la tassa in un un’unica soluzione sull’aliquota base dell’1 per mille. Ed è il pagamento Tasi che spetta sia ai proprietari che agli inquilini.

Esenti tutti gli inquilini invece dal pagamento Imu che tocca solo ed esclusivamente ai proprietari. Pagano l’Imu tutti gli immobili ad esclusione delle prime case e, novità pagano quest’anno a dicembre anche i terreni agricoli finora esentati. Gli unici terreni che continueranno ad essere esentati dall’Imu sono quelli agricoli dei Comuni che si trovano ad oltre 600 metri sul livello del mare. Tutti gli altri pagheranno per quelli situati fra 281 e 600 metri l’Imu si pagherà solo si quelli posseduti da coltivatori diretti o imprenditori agricoli professionali, e per quelli fino a 280 metri si pagherà l’intera imposta 2014.

Per il pagamento del saldo Imu, rispetto dell’acconto, diversi Comuni hanno deciso di modificare le proprie le aliquote, e bisognerà pertanto procedere ad un nuovo calcolo dell’Imu 2014. Ricordiamo che anche per i pagamenti di dicembre, si possono utilizzare il modello F24 e i bollettini postali, che si trovano facilmente in qualsiasi ufficio postale.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il