BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Canone Rai Governo Renzi nuova legge 2015: per chi, quali case, calcolo basato su Isee si paga su tv, computer, cellulari, tablet

Il governo propone di ridurre il canone Rai da 113,5 a 80 euro, da associare alla bolletta della luce, ma con un prelievo sulle abitazioni sfitte e sulle seconde case.




C'è la questione del canone Rai ad alimentare il dibattito su tasse e imposte in Italia. Il governo Renzi ha indicato le linee guide: si paga di meno ma pagano tutti. Come? Inserendo l'importo da versare nella bolletta della luce, legandolo al possesso di computer, tablet e smartphone e, novità dell'ultim'ora, estendendolo anche alle seconde o terze case sfitte. Conti alla mano, l'importo medio a carico del contribuente scenderà dall'attuale canone fisso di 113,50 euro a 80 euro, sulla base dell'indicatore Isee, e l'esecutivo punta a fare incassare a Viale Mazzini almeno 300 milioni di euro in più rispetto alla situazione attuale.

Contro la decisione di far pagare il canone Rai con la bolletta della luce si è schierato il Codacons: "Imporre al cittadino l'onere di dimostrare di non avere la TV in casa, pena l'addebito diretto in bolletta, finirà per complicare la vita ai cittadini". I Comuni potranno tagliare i costi non più solo sulla spesa corrente, ma anche con risparmi sugli investimenti. Scettica anche l'Autorità per l'energia. Spiega il presidente Guido Bortoni: "È una modalità impropria di riscossione ed è di difficile applicazione, si rischia di creare ulteriore difficoltà nella comprensione della bolletta". Cosa succede se l'intestatario di una utenza elettrica paga la bolletta ma non il canone Rai?

Quali sono le regole attuali? Chi lo deve pagare? Chiunque detenga uno o più apparecchi atti o adattabili alla ricezione dei programmi televisivi. Deve essere pagato indipendentemente dall'uso del televisore o dalla scelta delle emittenti televisive". Sono esentati (dal 2008) le persone di 75 anni e oltre, con un reddito proprio e del coniuge non superiore a 516,46 euro. Quali sono i termini per il pagamento e gli importi? Annuale entro il 31 gennaio (113,50 euro), semestrale entro il 31 gennaio e il 31 luglio (57,92 euro), trimestrale entro il 31 gennaio, il 30 aprile, il 31 luglio, il 31 ottobre (30,16 euro). Per i pensionati è possibile la rateizzazione attraverso 11 rate (al massimo) trattenute mensilmente dall'ente pensionistico per chi ha un reddito annuale da pensione inferiore a 18.000 euro.

ISEE 2016: calcolo e compilazione passo passo. Il modello ISEE è un ottimo strumento per ottenere benefici ed esonerei nei pagamenti per alcuni servizi pubblici come la mensa scolastica, il ticket, autotrasporti, università... ecco come compilarlo e quali documenti presentare per le detrazioni

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il