BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Elezioni Emilia Romagna regionali 2014: risultati ufficiali, chi vince candidati e liste Pd, Movimento 5 Stelle, Lega,Forza Italia

Chiuse le urne in Emilia Romagna per il rinnovo del consiglio regionale e per la scelta del successore di Vasco Errani. Chi ha vinto




Aggiornamento: In Emilia Romagna, per le elezioni regionali vince il Pd, come in Calabria, ma l'astensionismo risulta molto forte con oltre il 40%.
I risultati ufficiali vedono eletto Stefano Bonaccini del Pd con il 49% dei voti, seguito Alan Fabbri con poco meno del 30% della coalizione formata da Lega e Forza Italia, mentre Giulia Gibertono del Movimento 5 Stelle arriva al 13,3. Debacle di Forza Italia che si ferma al 9%, mentre la Lega per la prima volta la doppia e arriva al 19%

Al via le elezioni regionali in Emilia Romagna per la scelta del nuovo presidente della giunta e l'individuazione dei 50 consigliere dell'assemblea legislativa. L'elettore deve recarsi al seggio di competenza munito di tessera elettorale e documento di riconoscimento. I seggi sono aperti dalle 7 alle 23. Subito dopo comincerà lo spoglio che potrà essere seguito sia sul sito del Ministero dell'Interno sia sulla pagina allestita per le elezioni. Si registrano i voti e tutte le operazioni su verbali e modelli predisposti, che vengono inviati all’Ufficio centrale circoscrizionale presso il Tribunale di ogni provincia.

Si tratta di un test per verificare lo stato di salute del Partito Democratico, la tenuta del centrodestra, la ripresa della Lega e l'appeal del Movimento 5 Stelle. Ma la vera incognita è rappresentata dall'astensionismo. Non sono ammesse all’assegnazione dei seggi le liste circoscrizionali il cui gruppo abbia ottenuto, nell'intera regione, meno del 3% dei voti validi, se non collegato a una candidata o candidato presidente che ha conquistato almeno il 5% dei voti nella relativa elezione.

Chi sono i candidati governatore? Stefano Bonaccini, espressione del centrosinistra composto da Partito Democratico e Sel; Alan Fabbri, su cui hanno raggiunto l'accordo Lega Nord, Forza Italia e Fratelli d'Italia; Giulia Gibertoni del Movimento 5 Stelle; Maurizio Mazzanti dei Liberi cittadini per l'Emilia Romagna, lista in cui sono presenti gli ex del Movimento 5 Stelle Federica Salsi e Giovanni Favia; Alessandro Rondoni del Nuovo Centro Destra; Cristina Quintavalla dell'Altra Emilia Romagna. Stando alle norme in vigore, le spese non possono per ciascun candidato non hanno potuto superare l'importo di 38.802,85 euro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il