BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Legge Stabilità: pensioni riforma, Canone Rai, partita iva nuovi minimi, blocco stipendi statali. Emendamenti, voto finale Natale

Cosa può ancora cambiare nella Legge di Stabilità 2015: si attendono risposte ufficiali per Canone Rai in bolletta elettrica, tetto per accedere al bonus bebè e per novità regime dei minimi




Sono stati riammessi nella Legge di stabilità emendamenti che chiedono ancora interventi sulla riforma pensioni attuale, ma che difficilmente potranno essere approvati. Le richieste riguardano la possibilità di allungare per tutto il 2015 l’opzione contributiva donna e cancellare le penalizzazioni previste per alcune categorie di lavoratori, come i precoci, che chiedono di andare in pensione prima dei 62 anni. E’ stato, invece, nuovamente confermato dal ministro Marianna Madia, durante l’incontro di lunedì scorso con i sindacati, il blocco degli stipendi per i dipendenti pubblici nel 2015, con lo sblocco previsto solo per militari e forze dell’ordine.

Novità previste anche per il canone Rai: anche se manca ancora un emendamento ufficiale, l’idea è quella di inserire il pagamento del Canone Rai nella bolletta elettrica in modo da farlo obbligatoriamente versare da tutti i cittadini. Ma la novità è che sarà pagato non solo da chi possiede una tv ma da chiunque possieda un dispositivo che riceve segnali tv, quindi anche pc, smartphone, tablet. Nessuno escluso.

Passando al capitolo Iva, la Commissione Bilancio ha dato il via libera all’emendamento che equipara gli ebook ai libri cartacei, abbassando l’imposta dal 22% attuale al 4%, e arrivano novità su partite Iva e  regime dei minimi. Secondo quanto attualmente previsto, dal primo gennaio 2015, coloro che guadagnano tra i 15mila e i 40mila euro potranno usufruire della nuova aliquota del 15% in base alla rendita variabile stimata tra 40 e 86%. Cambia cioè l’accesso ai minimi, oggi per coloro che guadagnano fino a 30 mila euro, con tassazione al 5%, possibile fino al quinto anno dall’accesso al regime agevolato o fino al 35esimo anno di età.

La proposta del il sottosegretario Zanetti è invece quella di eliminare i coefficienti di redditività e mantenere l'attuale sistema di calcolo del reddito. Zanetti propone cioè di lasciare la soglia di reddito per il regime dei minimi a 30mila, con tassazione sempre al 5% e senza più un limite temporale di permanenza. Ma una recente proposta punta, rispetto a questa formulazione, solo ad aumentare la percentuale dal 5 al 7 o 8%. Novità proposte anche per il bonus bebè riguardante essenzialmente la soglia di reddito per poter avere accesso al beneficio. Se infatti nella prima formulazione della Legge di Stabilità era previsto un tetto di 90mila annui, poi è stato chiesto di abbassare tale soglia a 70mila mentre l’ultima richiesta punta ad abbassare il tetto ancora di più a 25mila euro.

. Mancano pochi giorni per il Natale 2016. Abbiamo raccolto le migliori ricette per Natale sia per la vigilia che per il pranzo. E poi decine di frasi di auguri di Natale originali, divertenti, religiose, corte e lunghe e poetiche, anche in inglese da inviare via sms, facebook e whatsapp.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il