BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imu e Tasi terreni agricoli e non: calcolo, spiegazioni e soluzioni dichiarazioni e problemi inclusi enti non profit in circolare

Appuntamento il 16 dicembre con il pagamento del saldo Tasi e Imu 2014: si avvicina la scadenza ma arrivano ancora precisazioni dal Mef. Cosa riportano




Tra qualche settimana i cittadini italiani saranno chiamanti al pagamento di saldo e seconda rata di dicembre 2014 di Imu e Tasi. E, come ormai consuetudine, a poco tempo dalla scadenza del versamento, arrivano chiarimenti dal Ministero delle Finanze. Il primo riguarda il termine di presentazione della dichiarazione Imu per gli anni 2012 e 2013, inizialmente previsto per lo scorso 30 settembre, poi prorogato al 30 novembre e quindi al primo dicembre, considerando che il 30 cade di domenica.

La dichiarazione deve essere presentata entro il 30 giugno dell’anno successivo a quello in cui è scattato il dell’immobile o sono state effettuate variazioni rilevanti per la determinazione dell’imposta. Nel caso in cui queste non sussistano, non sarà necessario presentare il modello. L’obbligo di presentazione della dichiarazione interessa gli enti non commerciali in possesso di uno o più immobili destinati almeno parzialmente all’esercizio. Sono esenti dall’imposta gli immobili utilizzati dagli enti non commerciali destinati esclusivamente allo svolgimento di attività assistenziali, previdenziali, ricreative e sportive, sanitarie didattiche, e culturali. Per gli immobili ad uso promiscuo, invece, l’esenzione spetta limitatamente alla superficie destinata ad attività non profit. L’esenzione viene calcolata in base alla parte di immobile in cui si svolge l’attività di natura non commerciale.

Come precisato nelle faq del Ministero, gli enti non commerciali che non possono beneficiare delle esenzioni in quanto non sono enti no profi  non devono presentare la dichiarazione Imu Enc ma quella dell’Imu ordinaria. Il Mef sottolinea inoltre che ‘i Comuni possono deliberare nei confronti delle Onlus la riduzione o l’esenzione dal pagamento dei tributi di loro pertinenza e dai connessi adempimenti’. L'invio della dichiarazione per gli immobili esenti può avvenire solo in maniera telematica ma  il Mef ha fatto sapere l’Agenzia delle Entrate non ha predisposto il software di compilazione per la dichiarazione IMu Enc relativamente alle annualità 2012 e 2013, ma solo quello di controllo. E considerando che la trasmissione del modello deve avvenire solo in modalità telematica, gli operatori dovranno acquisire a proprie spese l’apposito software di compilazione del file telematico.

Passando poi al capitolo terreni agricoli che, novità, a dicembre pagheranno l’Imu contrariamente a quanto avveniva finora, c’è da sottolineare che pagano tutti i terreni, agricoli e non, ma sono ancora previste esenzioni, totali o parziali, in base all’ubicazione dei terreni stessi. Se, infatti, come stabilito dal Mef, il terreno è situato in comuni oltre i 600metri dal livello del mare, si continua a non pagare completamente l’Imu.

Se, invece, il terreno è situato in Comuni ubicati tra i 281 e i 600 metri, l’Imu si pagherà solo si quelli posseduti da coltivatori diretti o imprenditori agricoli professionali; infine, per quelli fino a 280 metri si paga l’intera imposta 2014.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il