BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni, riforma, quota 96, amnistia, indulto, Tasi, Imu 2014 saldo Dicembre, Legge Stabilità: novità oggi mercoledì 26 Novembre

Si attendono le votazioni sugli ultimi emendamenti in discussione alla Legge di Stabilità e si attende anche nuovo decreto Mef su pagamento Imu terreno agricoli




Emendamenti per soluzioni definitive ai Quota 96 della scuola, proroga del sistema contributivo donna, eliminazione delle penalizzazioni per i lavoratori precoci che vogliono lasciare il lavoro prima dei 62 anni, ma non solo. Attese anche risposte per le modifiche chieste per la tassazione del Tfr in busta paga e l’abbassamento dell’aumento della tassazione sui fondi pensione. E domani dovrebbe arrivare la risposta definitiva a come, e soprattutto se, si interverrà eventualmente sulla riforma pensioni Fornero. Intanto, la la Legge di stabilità ha superato il nuovo esame della Commissione Ue che però avverte “Il Paese deve continuare con le riforme. Nel 2014 ci sono state circostanze eccezionali. A marzo però ci sarà un nuovo esame, per l’Italia così come per Francia e Belgio”.
 
A sostenere il ‘buon’ esito della valutazione, secondo fonti europee, anche l’accordo fra Renzi e Juncker raggiunto al G20 in Australia, in cui rientrava la lettera di impegni sulle riforme del governo italiano. In Italia, intanto, la nuova Legge di Stabilità continua il suo iter parlamentare e domani, artedì 25 novembre, continuano le votazioni sugli ultimi emendamenti. Dopodicchè il testo sarà in Aula a Montecitorio giovedì 27 ma restano ancora aperte questioni, dai fondi pensione, ai patronati, all’Irap, al fondo famiglia, al nuovo bonus bebè 2015, alla possibile riforma dei Fondi strutturali.

E mentre si attendono risposte sulle misure di indulto e amnistia, l'Unione Forense per la tutela dei diritti umani ha reso noti alcuni dati sulla reale efficacia del decreto svuota carceri 2014, che conteneva misure di risarcimenti economici e sconti pena per i detenuti costretti a vivere nelle carceri in condizioni disumane e drammatiche. Secondo l'Unione Forense, ‘la popolazione carceraria è passata in un anno da 64.000 a 54.000 detenuti, al 31 ottobre 2014. Il dato deve essere visto come un cambio di direzione importante rispetto al passato, ma le continue evidenze che giungono dai penitenziari italiani mostrano che c'è ancora molta strada da fare’.

Ma resto aperto il dibattito sull’approvazione, o meno, delle misure di clemenza come soluzione all’emergenza del sovraffollamento carcerario che continua a registrarsi nei nostri penitenziari. Attesa anche per il nuovo decreto del Mef che definirà il nuovo pagamento Imu di dicembre anche per i terreni, tutti i terreni, anche quelli agricoli che finora sono stati esentati dal pagamento della tassa sulla casa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il