BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imu terreni agricoli e non 2014: calcolo, istruzioni, regole scadenza 16 Dicembre. Tutti i passaggi per chi deve pagare non esente

Quanto si paga l’Imu 2014 sui terreni agricoli e per chi vale ancora l’esenzione totale dal pagamento dell’imposta sulla casa. Le novità previste




Il 16 dicembre si paga il saldo Imu 2014 , pagamento che tocca ai proprietari di tutti gli immobili, da seconde case a negozi, capannoni, uffici, aziende, imprese, e terreni, compresi quelli agricoli. Questa è una delle novità che riguardano il pagamento Imu 2014 di dicembre. Finora infatti i terreni agricoli sono sempre stati esenti dal pagamento di questa imposta sulla casa ma dal prossimo mese le cose cambiarenno, anche se non per tutti.

Continueranno infatti a non pagare l’Imu esclusivamente i terreni situati nei Comuni ad oltre 600 metri sul livello del mare. Tutti gli altri invece dovranno pagare e, in particolare, sui terreni situati fra 281 e 600 metri l’Imu si pagherà solo su quelli posseduti da coltivatori diretti o imprenditori agricoli professionali, mentre per i terreni situati fino a 280 metri si pagherà l’intero importo della tassa per il 2014.

Per l'ufficialità ddella misura si attende un nuovo decreto del Mef che stabilità modalità di calcolo e pagamento Imu sui terreni, ma, secondo quanto previsto, i contribuenti per capire dovranno capire quanto pagare, dovranno innanzitutto consultare il sito Istat per vedere se il Comune di residenza rientra tra quelli in cui si paga l’Imu sui terreni. Una volta verificata questa notizia, se è fra quelli non esenti dal pagamento, bisognerà considerare l’aliquota di pagamento, che è fissa al 76%.

Si parte poi dalla base imponibile che si ottiene dalla rivalutazione del 25% del reddito dominicale, che si può chiedere al catasto, e il risultato va moltiplicato per il coefficiente proprio dei terreni. Nel caso in cui il contribuente fosse un coltivatore diretto o un imprenditore agricolo professionale che ha un terreno situato tra i 600 e i 281 metri di altitudine si dovrà invece moltiplicare per 75.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il