BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imu terreni agricoli e non 2014: proroga scadenza 16 Dicembre. Calcolo, regole e nuovi casi ed eccezioni e manca Decreto ufficiale

Tutto ciò che c’è da sapere sul nuovo pagamento Imu 2014 sui terreni compresi quelli agricoli: per chi continueranno ad esserci esenzioni e i casi di Benevento e Trento




Ci si prepara al pagamento del saldo Tasi e Imu 2014 ma è bene sapere anche che per quanto riguarda il pagamento di dicembre Imu sono previste delle novità, ed anche importanti. Una di queste riguarda il pagamento che toccherà anche ai terreni, tutti i terreni, compresi quelli agricoli. Se infatti finora terreni agricoli insieme a prime abitazioni sono sempre stati esenti dal versamento di questa imposta sulla casa, da questo mese di dicembre pagheranno anche i terreni. E così gli unici esenti dal pagamento Imu saranno solo i proprietari di prime case e relative pertinenze.

Bisogna tuttavia consultare la lista del comune di residenza, verificarne l’altitudine e vedere se si è chiamati al pagamento Imu. Nonostante la novità, infatti, alcuni Comuni continueranno ad essere esentati dall’Imu, ma sono solo quelli situatt al di sopra dei 6000 metri dal livello del mare. I coltivatori che possiedono dunque i terreni in questi Comuni continueranno a non pagare l’Imu. Per i terreni situati in Comuni fra i 281 e i 600 metri l’Imu si pagherà solo sui terreni posseduti da coltivatori diretti o imprenditori agricoli professionali, mentre per i terreni situati fino a 280 metri si pagherà l’Imu 2014 interamente.

Per il calcolo Imu sui terreni, l’aliquota di pagamento è fissa al 76%. Anche in questo caso, si parte dalla base imponibile che si ottiene rivalutando del 25% il reddito dominicale, che si può chiedere al catasto, e il risultato va moltiplicato per il coefficiente dei terreni. Nel caso in cui il contribuente fosse un coltivatore diretto o un imprenditore agricolo professionale che ha un terreno situato tra i 600 e i 281 metri di altitudine si dovrà moltiplicare per 75.

Come prevedibile, però, non mancano i problemi relativi alla nuova norma. Innanzitutto manca ancora il decreto del Mef che ne stabilisce l'ufficialità e manca anche un database aggiornato e questo a soli 20 giorni quasi dalla scadenza del pagamento. Seguendo quanto riportato dalla nuova regole, il Comune di Benevento dovrà pagare l’imposta senza alcuna esenzione. Alla novità del governo, la Provincia di Trento risponde con un apposito disegno di legge che punta a mantenere l’esenzione dal pagamento Imu  per i terreni agricoli.

E ciò significa che per l’anno in corso i terreni agricoli (o incolti) potrebbero continuare a non pagare l’imposta. Inoltre, dal 2015 in Trentino entrerà in vigore l’Imis, nuova tassa che unisce Imu e Tasi, e da cui i terreni agricoli non edificabili continueranno ad essere esentati, mentre pagheranno i proprietari di terreni agricoli edificabili come tutti i possessori di aree edificabili.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il