BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Renzi riforma ultime notizie: INPS richiede intervento urgente su calcolo rivalutazione contributi. Solo silenzio

Nessuna risposta e nessun emendamento alla Legge di Stabilità per problema rivalutazione negativa delle pensioni: la situazione




“A quanto mi risulta ci si sta muovendo perché già in questa legge di Stabilità possa essere inserita la modifica alla modalità di calcolo del tasso annuo di capitalizzazione in modo che non possa diventare negativo”m aveva detto qualche settimana fa Lello Di Gioia (Psi), presidente della commissione bicamerale di vigilanza degli enti previdenziali in riferimento alla possibile svalutazione, per la prima volta quest’anno, cui saranno soggette le pensioni italiane, risultato dell’andamento negativo del Pil italiano.

Ma, tra emendamenti alle pensioni, approvati e cancellati nella Legge di Stabilità, tra tetto alle pensioni d’oro a partire dal 2015, via libera all’emendamento del Pd che prevede l’abolizione delle penalizzazioni per i precoci che maturata l’anzianità contributiva vogliono lasciare il lavoro prima dei 62 anni, e trattamenti pensionistici da rivedere per i lavoratori esposti all’amianto, manca ogni genere di informazione e novità sul problema della rivalutazione negativa delle pensioni, che rischia di svalutarle piuttosto che accrescerle.

La svalutazione prevede, infatti, in una diminuzione del valore dei contributi versati nel corso della propria attività lavorativa, piuttosto che in un aumento. Più volte in queste settimane sindacati, forze politiche e Inps hanno chiesto interventi “con urgenza correggendo tale grave anomalia per non impoverire ulteriormente il futuro pensionistico di milioni di italiani” ma non è ancora arrivata nessuna risposta né alcun emendamento in merito.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il