BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Acconti Irpef 2014, cedolare secca, Irap, Iva, Ires: no proroga 1 Dicembre. Calcolo, metodi per pagare meno senza multe

Tempo di pagamento degli acconti Irpef, Ires e Irap. L'ultimo giorno utile è fissato per lunedì 1 dicembre. Sono diversi i contribuenti esonerati.




Appare difficile immaginare una proroga del pagamento degli acconti Irpef, Ires e Irap rispetto alla scadenza iniziale del primo dicembre. Occorre passare alla casa per il versamento dell'acconto Irpef (Imposta sul reddito delle persone fisiche) al 100%, dell'Ires (Imposta sul reddito delle società) e dell'Irap (Imposta regionale sulle attività produttive) al 101,5% nel caso. Ma poi ci sono anche l'Ivie (Imposta sul valore degli immobili situati all'estero), l'Ivafe (Imposta sul valore delle attività finanziarie detenute all'estero) e la cedolare secca sugli affitti.

Occorre prestare molta attenzione alla scelta del metodo da adottare: previsionale o storico. Nel primo caso è possibile pagare di meno poiché si mette in conto un reddito nel 2014 più basso rispetto a quello del 2013. Ma attenzione agli errori che si pagano a suon di sanzioni. Occorre poi non perdere di vista le precisazioni fornite dall'amministrazione finanziaria sulla nuova disciplina di deducibilità delle perdite su crediti per coloro che, invece, intendano avvalersi del metodo di determinazione previsionale.

Attenzione a una eventuale appartenenza a quelle categorie di contribuenti esonerati dall'acconto: chi ha indicato nel rigo RN33 di Unico un importo non superiore a 52 euro; i dipendenti e pensionati che hanno fatto il 730; chi non ha presentato la dichiarazione dei redditi per l'anno precedente perché non obbligato; chi possiede il solo reddito di lavoro o pensione e l'abitazione principale e relative pertinenze e altri fabbricati non locati; chi ha conseguito solo redditi esenti da Irpef o assoggettati a ritenuta d'imposta; chi ha conseguito nel 2014 redditi da dichiarare, ma che a giugno non ha presentato la dichiarazione perché esonerati; chi è erede di contribuenti deceduti nel corso del 2014.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il