BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Android 5: Samsung Galaxy S5, S4 Mini, S4, Nexus, Htc, Lg, Xperia no brand e Tim, Vodafone, Wind,3 Italia.Novità questa settimana

C'è molta incertezza intorno all'aggiornamento Android 5.0 Lollipop. L'incertezza è alimentata anche dal silenzio degli operatori telefonici.




La distribuzione dell'aggiornamento Android 5.0 Lollipop si sta rivelando più complicata del previsto. A essere coinvolti in ritardi e problemi sono anche i dispositivi Nexus, per cui il rollout è ancora in corso e proseguirà anche nel mese di dicembre. Non è da escludere che i terminali ancorati al vecchio sistema operativo possano trovare gli update correttivi Android 5.0.1 o Android 5.1. Già, perché alla base di questo stravolgimento dei piani di Google ci sono proprio i tanti bug venuti alla luce nei primi giorni di esperienza d'uso che coinvolgono perfino la fotocamera, l'audio e la connessione via Wi-Fi.

Le conseguenze del mancato rispetto della tabella di marcia sono presto dette. Smartphone e tablet di altri produttori dovranno attendere molte settimane in più prima di vedersi aggiornati al nuovo software. A partire dal Samsung Galaxy S5, per cui si prospettava l'upgrade già a dicembre, fino ad arrivare ai device HTC, per cui erano stati messi in conto circa 90 giorni di attesa dal rilascio dell'aggiornamento. A ogni modo, per verificare manualmente la disponibilità dell'update di sistema operativo sul proprio terminale, è possibile seguire il percorso Impostazioni > Info sul telefono > Aggiornamenti sistema.

E non è affatto d'aiuto il silenzio degli operatori telefonici, sia a livello italiano sia internazionale. Non ci sono comunicazioni ufficiali e non si può che rimanere aggrappati alle indiscrezioni sulla base dei problemi lamentati e dei ritardi segnalati. In questo contesto di incertezza non perde quota il possibile rilancio di Android 4.4.4 KitKit, destinato inizialmente a essere bypassato da Android 5.0 Lollipop. Quelle che non mancano solo le ROM AOSP (Android Open Source Project) basate sul nuovo software, nell'ambito dell'attiva community di XDA.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il