BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Pensioni anzianità, donne, precoci riforma Governo Renzi: novità contributivo, quota 100, prestiti, dopo prime proposte approvate

E’ possibile ancora intervenire sulla riforma pensioni Fornero dopo cancellazione penalizzazioni per i precoci? Le altre modifiche auspicate




L’approvazione all’emendamento che ‘corregge’ la riforma pensioni Fornero sulla questione del tetto delle pensioni d’oro, valido dal prossimo 2015  su tutti i trattamenti pensionistici, anche quelli già liquidati e che impone  ‘un limite all’80% dell’ultimo stipendio’ alle categorie di funzionari pubblici che finora hanno percepito pensioni talvolta alle stelle, e quello che elimina le penalizzazioni per coloro che vanno in pensione prima dei 62 avendo raggiunto l’età contributiva prevista, sembrano essere una buona occasione per pensare ad ulteriori nuovi interventi per modificare la legge pensionistica attuale, soprattutto per renderla più flessibile.

Intervenire con cambiamenti alla Legge Fornero significa correggere parti di una riforma che ha creato non pochi problemi, alcuni dei quali diventati vere e proprie emergenze sociali, dagli esodati ai Quota 096, per cui nulla è stato previsto nemmeno nella nuova Legge di Stabilità, tanto che è stato cancellato anche l’emendamento per il pensionamento dei lavoratori della scuola. E questi primi cambiamenti potrebbero aprire al strada a nuovi futuri.

L’auspicio è quello di poter arrivare a comprendere nella nuova Manovra i meccanismi di uscita anticipata, quelli a costo zero, che darebbero risposte positive alle richieste di tutti. E considerando, come sostengono le ultime notizie, che l’iter di voto della Legge di stabilità sarà piuttosto lungo, è anche probabile che, nonostante la contrarietà del ministro dell’Economia Padoan all’abbassamento dell’età pensionabile per tutti,  ci si possa concentrare su un sistema di uscita anticipata (tra uscita a quota 100, prestito pensionistico, opzione contributivo per tutti) che, oltre a permettere la possibilità di uscita prima dal lavoro a chi lo desiderasse, e creare, di conseguenza, nuovi posti di lavoro per i più giovani, potrebbe porsi anche come alternativa a quel referendum di cancellazione della riforma Fornero che punta a cancellare del tutto la legge pensionistica attuale, e con la sua cancellazione rischierebbero di essere cancellati anche gli 80 miliardi di euro che questa garantisce.

I migliori Prestiti personali senza busta paga e finanziamenti DICEMBRE 2016. In questo articolo proponiamo i migliori finanziamenti senza bisogno di presentare la busta paga e senza garanzie, ma anche prestiti personali, finanziamenti per attività e liberi professionisti con bassi tassi d'interesse.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il