BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni donne, anzianità, uomini riforma Governo Renzi: novità su quota 100, prestito, contributivo dopo no penalizzazioni

Dopo cancellazione penalizzazioni per chi esce prima dei 62 anni si auspicano ancora interventi riforma pensioni ma per Poletti bisogna aspettare il prossimo anno




Dopo il via libera all’eliminazione delle penalizzazioni oggi previste dalla riforma pensioni Fornero per coloro che vanno in pensione prima dei 62 anni (avendo però maturato l’anzianità contributiva) si aprono nuove possibilità di intervento su alte parti della riforma Fornero. Fino a qualche tempo fa si diceva che ad aprire strade di intervento per modificare l’attuale legge pensionistica avrebbe potuto essere la soluzione definitiva per il pensionamento dei Quota 96 della scuola, perché risolvere questa questione, diventata ormai di grandissima portata visto che è aperta da quasi tre anni ormai, avrebbe significato intervenire per la prima volta in maniera concreta sulla legge Fornero. Ora invece le modifiche potrebbero derivare dopo la cancellazione delle penalizzazioni per chi va in pensione anticipata e dopo la modifica alla norma Fornero sul tetto alle pensioni d’oro.

Si tratta, infatti, pur sempre di correzioni alla legge attuale che, per evitare discriminazioni, potrebbero essere richieste anche per altre categorie di lavoratori e non solo per i precoci che vogliono lasciare prima il lavoro.

Per risolvere gli altri problemi nati e, soprattutto, per soddisfare le richieste susseguitesi in questi mesi da parte di tutti, forze politiche, Inps e forze sociali, si potrebbe intervenire ancora sulla riforma pensioni Fornero, proponendo nel lungo cammino della Legge di Stabilità verso il voto finale, piani di uscita anticipata, tra quelli avanzati finora, tra uscita a quota 100, prestito pensionistico, sistema contributivo per tutti, che sarebbero comunque a costo zero.

Nonostante ci sia chi auspica l’introduzione di una di queste soluzioni per rendere più flessibile il sistema pensionistico attuale nella Legge di Stabilità, il ministro del Lavoro Poletti, secondo le ultime notizie, ha fatto chiaramente capire come eventuali provvedimenti sulle pensioni potrebbero arrivare solo dal prossimo anno, come del resto era stato già anticipato qualche settimana fa dal commissario Inps Treu.

I migliori Prestiti personali senza busta paga e finanziamenti DICEMBRE 2016. In questo articolo proponiamo i migliori finanziamenti senza bisogno di presentare la busta paga e senza garanzie, ma anche prestiti personali, finanziamenti per attività e liberi professionisti con bassi tassi d'interesse.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il