BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Renzi riforma ultime notizie: contributivo donne confermato 2015. Per chi, quando e come età, requisiti

Via libera alla proroga dell’opzione contributivo donna per il 2015: dopo emendamento bocciato in Legge di Stabilità arriva nuova circolare Inps




L'emendamento che prevedeva la proroga dell'opzione contributivo donne era stato cancellato dalla Legge di Stabilità qualche settimana ma arriva ora una sorta di dietrofront in materia: il governo ha, infatti, deciso di approvare la possibilità per donne lavoratrici con almeno 35 anni di contributi di andare in pensione a 57 anni di età con l’assegno finale calcolato interamente con il metodo contributivo.

A rendere nota la novità una circolare Inps che proroga, dunque , i termini di scadenza dell’opzione contributivo donne, che sarebbe scaduta ieri, 30 novembre. Questo meccanismo di uscita anticipata per le donne, che si voleva estendere anche agli uomini, sul lungo periodo produce risparmi per lo Stato, che potrebbero essere reimpiegati nella previdenza stessa.

Chi, infatti, fra le lavoratrici, decide di andare in pensione prima, a 57 anni per le dipendenti e a 58 per le autonome, con 35 anni di contributi, sceglie di calcolare la sua pensione finale esclusivamente con sistema contributivo, sulla base dunque dei contributi versati durante la propria vita lavorativa, invece che con il più remunerativo sistema retributivo.

In questo modo di riceve una pensione pari al 70% dello stipendio, per cui si ha una riduzione dell’assegno pensionistico finale e questi tagli alla pensione rappresentano i risparmi per lo Stato. Dovrebbero essere 6mila le lavoratrici donne che il prossimo anno matureranno i requisiti di accesso alla pensione anticipata secondo tale regola. Al momento, nonostante si attendano ancora regole ufficiali dall'Inps, non è prevista l'estensione di questa possibilità di uscita anticipata anche agli uomini, come si era supicato.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il