BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Renzi riforma ultime notizie: modifiche previste per tutti quota 100, prestito dopo quasi successo penalizzazioni

Dopo approvazione proroga sistema contributivo donna quali gli altri interventi sulla riforma pensioni? Servono modifiche per uscita anticipata per tutti




E alla fine anche la proroga del sistema contributivo donna è stato approvato. Un circolare Inps ha infatti confermato la proroga dell’opzione che consente la pensione anticipata a tutte le donne lavoratrici, sia dipendenti che autonome, con assegno pensionistico finale calcolato esclusivamente con sistema contributivo e non più retributivo. Si tratta di una possibilità che, ancora per un altro anno, sarà data solo alle lavoratrici che hanno maturato 35 anni di contributi e vogliono andare in pensione prima dei 66 anni oggi richiesti. L’età per poter uscire è fissata a 57 anni per le lavoratrici dipendenti e a 58 per le autonome.

La richiesta iniziale di proroga del sistema contributivo voleva l’estensione di questa possibilità di uscita anticipata anche per gli uomini, riuscendo così a garantire allo Stato maggiori risparmi, risultato dei tagli agli assegni pensionistici calcolati con sistema contributivo e non più con il vantaggioso retributivo. Ma per il momento questa possibilità resta riservata solo alle donne.

E il prossimo passo? Dopo la proroga dell’opzione contributivo donna e la cancellazione delle penalizzazioni per i precoci che vogliono andare in pensione anticipata prima dei 62 anni, probabilmente, il prossimo anno, come annunciato da diversi esponenti politici, a partire dal ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, si potrebbe tornare a parlare di uscita anticipata per tutti, che servirebbe per intervenire sulla riforma pensioni Fornero per rendere il sistema pensionistico attuale più flessibile, come richiesto da tutti.

E allo studio ci saranno le proposte di uscita anticipata con quota 100, o con prestito pensionistico, o uscita a 63 anni e 35 anni di contributi, come proposto da Cesare Damiano, e un sistema di disincentivi o incentivi, a seconda che si decida di andare in pensione prima o dopo rispetto alla soglia attuale dei 66 anni richiesti.

I migliori Prestiti personali senza busta paga e finanziamenti DICEMBRE 2016. In questo articolo proponiamo i migliori finanziamenti senza bisogno di presentare la busta paga e senza garanzie, ma anche prestiti personali, finanziamenti per attività e liberi professionisti con bassi tassi d'interesse.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il