BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imu 2014 e Tasi: calcolo aliquote, detrazioni codici tributo saldo e seconda rata F24 compilazione. Quando e come rifare i conti

Tutto ciò che c’è da sapere per il nuovo pagamento del saldo Imu e Tasi 2014: cosa cambia rispetto ad acconti e novità ricalcolo e terreni agricoli




Nuove scadenze di pagamento in vista per le tasse sulla casa: tutti chiamati ai versamenti dei saldi di Imu, Tasi e Tari. Per quest’ultimo caso della tassa sui rifiuti, non esiste una data precisa di scadenza di pagamento a livello nazionale, giacchè ogni Comune ha avuto facoltà di decidere quando far pagare i propri cittadini e si occuperà, come già accaduto per l’acconto, di inviare presso ogni abitazione un bollettino di pagamento già precompilato. Decisamente diverso, invece, il discorso relativo a calcolo e pagamento dei saldi Imu e Tasi 2014.

Pagano il 16 dicembre la Tasi tutti coloro che hanno già pagato l’acconto ed anche colo che risiedono in Comuni che non hanno definito le nuove aliquote di pagamento 2014 e che dovranno pagare comunque il 16 dicembre l’imposta che sarà versata in un’unica soluzione sull’aliquota dell’1 per mille. Pagano di nuovo sia proprietari che inquilini e pagano la tassa su tutti gli immobili, da prime e seconde case a uffici, negozi, aziende, capannoni, terreni.

Per il calcolo del saldo Tasi si procede esattamente come per l’acconto, partendo dalla rivalutazione del 5% della rendita catastale, cui bisognerà moltiplicare il coefficiente dell’immobile per cui effettuare il pagamento e applicare dunque le aliquote stabilite. Stesso procedimento di calcolo dovrà essere effettuato per l’Imu. L’unica differenza esistente tra calcolo Tasi e Imu dipende dalle diverse aliquote che sono state definite per entrambe le imposte sulla casa.

E nel caso dell’Imu c’è da controllare sulle singole delibere comunali se sono state modificate o meno rispetto a quelle 2013 usate per il calcolo degli acconti. Se fossero state cambiate, bisognerà effettuare nuovamente il calcolo della tassa sulla base della nuova aliquota. Pagano a dicembre l’Imu anche i terreni, tutti, compresi quelli agricoli per cui proprio oggi è arrivato il decreto ufficiale del Mef. Secondo quanto stabilito, gli unici terreni che continueranno ad essere esclusi dal pagamento Imu sono quelli situati in Comuni che si trovano oltre i 600 metri di altitudine.

Una volta conosciuti gli importi dei versamenti, come per gli acconti, anche per il pagamento dei saldi ci si potrà servire di bollettini postali, che si trovano in ogni ufficio postale, o di modello F24, che dovrà essere compilato con i giusti codici tributo che sono differenti per Tasi e Imu e che sono per la Tasi 3958 su abitazione principale, 3959 su fabbricati rurali, 3960 per le aree fabbricabili, 3961 per altri fabbricati; e per l’Imu 3913 su fabbricati rurali, 3914 sui terreni, 3916 sulle aree fabbricabili, e 3918 sugli altri fabbricati.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il