BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Peugeot Station Wagon 508 2014: impressioni e prova su strada. Prezzi, caratteristiche, motori nuovo modello

La nuova Peugeot 508 diventa Station Wagon e punta su stile, affidabilità, varietà di motorizzazioni, contenimento dei consumi e innovazione.




Arriva la Peugeot 508 Station Wagon 2014. La casa automobilistica francese punta a sorprendere sin dalle prime battute con una carrozzeria che vive di luce propria grazie alla nuova calandra su cui fa bella mostra di sé il Leone. Il frontale si distingue per la presenza di fari a LED che donano modernità, forza e carattere. La cura dei dettagli si ritrova anche all'interno dell'abitacolo, tale da assicurare un ottimo comfort alla guida. Si avverte subito il tentativo di unire affidabilità e comodità, qualità da top di gamma e affidabilità, prestazioni e contenimento dei consumi.

L'equipaggiamento di serie passa dai cerchi in lega da 17 pollici, le barre al tetto, il climatizzatore automatico bi-zona e il Pack Urban declinato nel rilevatore di ostacoli posteriore, nei retrovisori esterni elettrici, riscaldabili e ripiegabili elettricamente. A bordo la scorrevolezza della guida è facilitata dai collegamenti al suolo, uniti alle motorizzazioni efficienti di ultima generazione Euro 6 Blue HDi o benzina e al nuovo cambio automatico a 6 rapporti.

Già, perché sotto al cofano, la gamma benzina si compone della versione 1.6 THP turbo benzina da 165 CV dotato di Start& Stop, quella a gasolio con i 4 turbodiesel in grado di sviluppare potenze comprese tra i 115 e i 180 CV.

Sorprende positivamente l'attenzione all'innovazione e alle nuove tecnologie con la presenza di retrocamera, sistema di navigazione e una lunga serie di servizi accessibile attraverso il display touchscreen da 7 pollici collocato in plancia. Il livello di sicurezza viene invece portato più in alto grazie al Blind Corner Assist per tenere sotto controllo l'angolo invisibile dell'auto dalla postazione di comando, e le 4 modalità di guida del sistema HYbrid4.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il