BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imu, Tasi 2014: calcolo, compilazione F24, codici tributi, chi deve pagare, quando e come. Guida seconda rata dicembre e saldo.

Tutto ciò che c’è da sapere per effettuare un corretto calcolo dei saldi di Imu e Tasi 2014 da versare il prossimo 16 dicembre: le regole da seguire




Ancora due settimane per pagare la seconda rata Tasi e Imu dopo gli acconti già versati a giugno e ottobre. E regna, come al solito, grande confusione in merito, soprattutto dopo le ultime novità stabilite dall’Imu, dal pagamento che toccherà anche i terreni agricoli, come riportato dal decreto ufficiale del Mef che definisce le uniche esenzioni totali Imu solo per i terreni che si trovano in Comuni oltre i 600 metri di altitudine, al ricalcolo necessario nelle città che hanno rivisto le aliquote di pagamento 2014 e dove, probabilmente, il saldo risulterà più caro rispetto a quanto versato di acconto.

Pagano l’Imu, insieme ai proprietari terrieri, tutti gli altri proprietari di ogni immobile, ad eccezione di prime case e relative pertinenze, come box, cantine, solai, posti auto, uniche escluse dal versamento Imu. Si paga l’Imu anche su seconde case sfitte o affittate. Pagano, invece, la Tasi proprietari e inquilini di prime case e pertinenze, seconde case, ville, terreni, uffici, capannoni, negozi, aziende e tutti gli altri tipi di immobili commerciali. Pagano in un’unica soluzione a dicembre la Tasi sull’aliquota base dell’1 per mille coloro che non hanno versato l’acconto per la nuova tassa sui servizi indivisibili né a giugno né ad ottobre.

Imu e Tasi si pagano seguendo le stesse modalità di calcolo Imu: si considera la rendita catastale, che rivaluta del 5%, si moltiplica poi il risultato per il coefficiente dell’immobile per cui pagare, e al risultato ottenuto devono essere applicate le diverse aliquote determinate da ogni singolo Comune ed eventualmente andranno sottratte, per il conto Tasi, se previste, le detrazioni sulle prime case.

Entrambe le tasse sulla si possono calcolare sia rivolgendosi a commercialisti, Caf e altri professionisti abilitati sia direttamente online grazie a calcolatori, come http://www.webmasterpoint.org/servizio/calcolo-iuc-imu-tasi-tari/prima-casa/, realizzato proprio per il calcolo delle nuove tasse sulla casa. Calcolato l’importo da versare, si potrà procedere in entrambe i casi, al pagamento con bollettini postali, che si possono trovare presso qualsiasi ufficio postale, o tramite compilazione del modello F24. I codici tributo Tasi da utilizzare per compilazione del modello F24 e dei bollettini postali sono 3958 per l'abitazione principale e pertinenze, 3961 per gli altri fabbricati, 3959 per i fabbricati rurali, 3960 per le aree edificabili. I codici Imu sono, invece, 3913 su fabbricati rurali, 3914 sui terreni, 3916 sulle aree fabbricabili, e 3918 sugli altri fabbricati.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il