BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imu terreni: guida 2014. Proroga, quando e come. Chi, quando e come dovrebbe pagare

Guida al calcolo del pagamento Imu 2014 sui terreni agricoli: tutto ciò che c’è da sapere per l’appuntamento del prossimo 16 dicembre




Arriva una nuova stangata Imu a dicembre non solo per gli immobili soliti sottoposti al pagamento dell'imposta ma anche per i terreni, compresi quelli agricoli che finora sono sempre stati esenti dal pagamento Imu. Sono stati, infatti, ridefiniti i criteri di esenzione Imu sui terreni agricoli con il nuovo decreto del Mef che ha stabilito nuove modalità di pagamento. Conseguenza diretta e immediata di questa novità sarà che circa 2.000 proprietari di terreni agricoli che non hanno mai pagato l’Imu finora, il prossimo 16 dicembre dovranno presentarsi all’appuntamento con il versamento, tra l’altro, in un’unica rata.

Il nuovo decreto, che si può consultare direttamente online sul sito del Mef, stabilisce che gli unici terreni che continueranno ad essere esenti dal pagamento Imu sono quelli situati in Comuni che si trovano oltre i 600 metri di altitudine e che sono riportati ne ‘L’Elenco dei comuni italiani’ disponibile sul sito Istat, in base all’altezza sotto la voce ‘Altitudine del centro (metri)’. Per una maggiore chiarezza, una volta nel sito, bisognerà leggere quanto riportato nelle colonne L (i nomi dei comuni) e P (dove si trova l’altitudine, in metri, degli stessi comuni).

Saranno, invece, soggetti a particolari esenzioni, sempre secondo quanto riportato dal decreto, i terreni agricoli posseduti, in comodato o in affitto, da coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali, purché iscritti nella previdenza agricola, ma solo se situati in Comuni con un’altitudine compresa fra 281 e 600 metri (esenzione parziale). Nessuna esenzione né detrazione prevista, invece, per i terreni che si trovano in Comuni sotto la soglia dei 281 metri.

Secondo quanto riportato dal decreto e secondo le stime, l’esenzione Imu sui terreni agricoli varrà solo per 1.578 Comuni, contro i 3.524 di oggi, e saranno 2.568 i Comuni per cui varrà l’esenzione parziale. Ciò che è stato stabilito dal nuovo decreto del Mef non varrà, però, per i Comuni della provincia autonoma di Bolzano, che ha introdotto l’Imu, l’imposta municipale immobiliare, al posto dell’Imu, con la legge provinciale n. 3/2014.

Per calcolare l’Imu sui terreni agricoli, bisogna prima calcolare la base imponibile, partendo dal reddito dominicale risultante in catasto, rivalutato del 25%, cui deve essere applicato un moltiplicatore di 75 (e non più 135)  o di 110 nel caso di coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali. Ottenuta la base imponibile, dovrà essere applicata l’aliquota di riferimento, che è fissa del 7,6 per mille. Anche per l’Imu sui terreni, si potrà pagare con bollettino postale o con modello F24.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il