BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imu e Tasi 2014: calcolo online e compilazione F24 abitazione principale, seconda casa, casa in affitto inquilini, terreni

Il saldo di Tasi e Imu va effettuato entro il 16 dicembre, anche nel caso in cui i comuni non hanno deliberato aliquote e detrazioni sul tributo sui servizi.




Tutte le città italiane sono coinvolte dal pagamento di Tasi e Imu 2014. I contribuenti di Milano, Roma, Torino, Firenze, Genova, Bologna, Napoli, Palermo, Bari, dovranno passare alla cassa per il saldo delle imposte. La Tasi è dovuta per i servizi indivisibili, l'Imu per le proprietà immobiliari (escluse le prime case) e quelle agricole.

Tutto semplice? Per nulla, perché se l'amministrazione comunale in cui ricade la propria abitazione ha modificato le aliquote, occorre rifare i calcoli. Prima di presentarsi a uno sportello bancario o postale con il modello F24 compilato, è meglio fare una verifica presso il proprio comune o sul sito del dipartimento delle Finanze e utilizzare più di un simulatore per fare i calcoli. In questa pagina è presente il nostro. Si ricorda che stando alle regole in vigore, la somma delle aliquote Imu e Tasi non può superare il 10,6 per mille.

C'è poi un terzo caso che riguarda solo la Tasi: quello dei comuni che non hanno deliberato. I contribuenti dovranno l'imposta in una soluzione unica entro il 16 dicembre con aliquota base dell'1 per mille.

In ballo c'è poi l'Imu sui terreni agricoli. Il Ministero dell'Economia ha fissato le regole: si paga entro 600 metri di altitudine (con alcune particolareggiate esenzione) e il saldo va effettuato sempre entro la data del 16 dicembre. Ma è in corso un ampio dibattito che potrebbe portare alla modifica di questo impianto.

I codici tributo da utilizzare per il pagamento dell'Imu sono 3912 per abitazione principale e pertinenze (solo categorie catastali A1, A8 e A9), 3914 per terreni, 3916 per aree fabbricabili, 3918 per altri fabbricati, 3925 per immobili a uso produttivo, gruppo catastale D, allo Stato, 3930 per immobili a uso produttivo, gruppo catastale D, al Comune. Quelli per il versamento della Tasi sono 3958 su abitazione principale e pertinenze, 3959 su fabbricati rurali strumentali, 3960 su aree fabbricabili, 3961 su altri fabbricati.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il