BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Sciopero oggi venerdì 5 Dicembre 2014 statali e presidi forconi: trasporti pubblici. treni, metropolitane, autobus, scuola, uffici

Oggi 5 dicembre nuovo sciopero mezzi pubblici e ricominciano presidi di protesta da parte del Movimento dei Forconi: i motivi e la situazione




Proclamato un nuovo sciopero generale dei trasporti pubblici domani, venerdì 5 dicembre, nelle principali città italiane. Aderiscono alla protesta Milano,Torino, Roma, Bologna dove in realtà i mezzi non si fermeranno del tutto visto che a scioperare sarà una sola sigla. L’unica città in cui si fermeranno effettivamente i mezzi è Firenze. Nel capoluogo toscana e in provincia lo sciopero nei trasporti, proclamato a livello nazionale da Cgil e Uil, si svolgerà secondo le seguenti modalità:  Ataf Gestioni incrocerà le braccia dalle 15:15 alle 23:15; Li-nea-Gest si fermerà dalle 9:30 alle 17; Busitalia, Autolinee Toscane dalle 14:30 alle 22:30; e Trasporti Toscana Srl, Autolinee dalle 15 alle 23.

Sciopereranno operai ed impiegati nelle ultime 4 ore del turno e sarà esente dal blocco solo il personale strettamente necessario alla salvaguardia degli impianti. E sempre domani 5 dicembre iniziano anche nuovi presidi dei Forconi. Il Movimento, nato in Sicilia, da domani sarà di nuovo pronto a manifestare contro il governo e la situazione economica dell'Italia.

Come spiegato dagli esponenti stessi del Movimento, la protesta è stata indetta per ‘alzare la voce e creare disagi affinché l'attuale Governo ‘sordo’ si renda conto dell'esasperazione dei cittadini, che sono stufi di dover pagare tasse e non vedere tutelati i loro diritti’. Tutto questo precede lo sciopero generale dei trasporti pubblici che bloccherà l’intera Italia il prossimo 12 dicembre.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il