BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Motor Show Bologna 2014: auto e novità modelli presentati al salone più interessanti ed importanti

Questa è la settimana dell'inizio dell'edizione 2014 del Motor Show di Bologna. Sono 19 le case automobilistiche presenti. Due musei interattivi per la Ferrari.




Torna il Motor Show Bologna 2014: l'appuntamento con la 39esima edizione è dal 6 al 14 dicembre. Palcoscenico della manifestazione sono 11 padiglioni, 10 aree esterne per i test drive, 19 brand automobilistici, un'arena motorsport e un programma di eventi si intrattenimento. In vetrina ci saranno dunque le case produttrici Abarth, Alfa Romeo, Audi, Citroen, Ferrari, Fiat, Honda, Jaguar, Jeep, Lamborghini, Land Rover, Maserati, Nissan, Pagani, Porsche, Seat, Smart, Skoda, Volkswagen. La possibilità di scoprire le novità proposte è duplice: in esposizione o nelle aree test drive, ma in alcuni casi sono proposte entrambe le modalità,

La Ferrari sarà presente anche con due musei interattivi, quelli di Maranello e di Modena, con auto classiche e contemporanee. Ecco poi la Collezione Umberto Panini e i 100 anni di storia di Maserati e Ducati, l'archivio Magneti Marelli sezione Weber, Lamborghini con le release Miura e Huracan. Questa è anche l'edizione dei 40 anni della Porsche 911 e della ricorrenza del registro storico dell'Aci. Allestita anche un'area dedicata alle auto del Memorial Bettega e i club storici regionali.

Farà il suo debutto nella kermesse bolognese la Nascar Whelen Euro Series ovvero la release ufficiale europea della serie statunitense. Si tratta di veri e propri bolidi spinti da un motore V8 da 5,7 litri in grado di erogare oltre 400 cavalli. Ecco poi dal Giappone il drifting del Team Orange, GT Challenge, Auto GP, Trofeo V8, storiche e motocross. Nell'ultimo fine settimana farà il suo ritorno il pit stop di Formula 1 della Ferrari con Giancarlo Fisichella e sarà la volta della Star Parade dedicata alle glorie italiane del Rally, e del Campionato italiano Rally auto storiche.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il