BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tasi e Imu 2014: seconda casa, abitazione principale, pertinenze, terreni, calcolo saldo Roma, Milano, Napoli e altre città

Tasi e Imu hanno in comune la stessa scadenza per il versamento della seconda rata del 2014: il 16 dicembre. Attenzione ai cambiamenti di aliquote.




Il saldo di Tasi e Imu 2014 va versato entro il 16 dicembre 2014. Sono coinvolti i contribuenti di tutte le città italiane, grandi e piccole, da Milano a Roma, da Napoli a Palermo, da Bari a Genova, da Venezia a Bologna, da Torino a Firenze, da Cagliari ad Ancona. Se alla Tasi, la tassa sui servizi, sono tutti soggetti, sia proprietari che gli inquilini (in misura inferiore), dal versamento dell'Imu, imposta patrimoniale, sono esclusi gli intestatari di abitazione principale, a meno che non si tratti di immobili di lusso. Sembra poi destinato a un rinvio di 6 mesi l'Imu sui terreni agricoli collocati su un'altitudine inferiore a 600 metri.

Prima di procedere al pagamento occorre verificare possibili cambiamenti di aliquote rispetto a quelle applicate nel versamento della prima rata. Consigliamo dunque di informarsi sui canali ufficiali ovvero presso il proprio comune o sul sito del dipartimento delle Finanze per verificare eventuali modifiche. Per il calcolo automatico suggeriamo invece di utilizzare più di un simulatore per essere sicuri della correttezza dell'importo da pagare. In questa pagina è presente i nostro, gratuitamente utilizzabile. Fra i servizi offerti c'è la possibilità di generare e stampare il modello F24 da presentare a uno sportello bancario o a uno postale.

I codici tributo da utilizzare per il versamento dell'Imu sono 3912 per abitazione principale e pertinenze (solo categorie catastali A1, A8 e A9), 3914 per terreni, 3916 per aree fabbricabili, 3918 per altri fabbricati, 3925 per immobili a uso produttivo, gruppo catastale D, allo Stato, 3930 per immobili a uso produttivo, gruppo catastale D, al Comune. Quelli per il pagamento della Tasi sono 3958 su abitazione principale e pertinenze, 3959 su fabbricati rurali strumentali, 3960 su aree fabbricabili, 3961 su altri fabbricati.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il