BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Calcio > Napoli > Napoli Empoli streaming

Inter Udinese streaming gratis live dopo Napoli Empoli streaming diretta live

Al San Paolo si gioca Napoli – Empoli, partita che i padroni di casa intendono sfruttare al meglio per confermarsi in terza posizione. I toscani possono giocarsi la partita contando sulla buona posizione ottenuta fino a questo momento.




E’ un Napoli che vuole attaccare sin dall’inizio, quello che Benitez schiererà contro l’Empoli di Sarri. Le due sole variazioni nell’undici di partenza rispetto a quello di Genova sono il belga Mertens in attacco e Henrique al centro della difesa, a causa della squalifica di Koulibaly.

A centrocampo Benitez ha un dubbio tra David Lopez e Jorginho, ma lo risolverà a favore del primo, che farà coppia con Gargano dietro alla linea dei tre alle spalle di Higuain, che oltre a Mertens comprende Hamsik e Callejon.
Le assenze per infortunio di Insigne, Michu e Zuniga tolgono altre opportunità di varianti a Benitez, che conferma inoltre Maggio sulla fascia destra e tiene il goleador Zapata di scorta per un eventuale inserimento nel finale, quando il colombiano è molto abile ad entrare subito nel giusto ritmo della partita. 

Mercoledì al Castellani, l’Empoli ha battuto il Genoa per il quarto turno della Coppa Italia e questo ha caricato senza dubbio i toscani, che hanno fatto anche un ampio turnover proprio in vista dell’incontro del San Paolo.

La formazione di Sarri si schiererà con un 4 – 3 – 1 – 2 che prevede Verdi con i compiti di trequartista dietro ai due esperti Maccarone e Tavano che agiranno in attacco, anche se uno dei due a turno dovrà assicurare anche la copertura al centrocampo che deve tenere a bada quello molto tecnico dei partenopei. In difesa Sarri conta sulla presenza di Rugani, come baluardo davanti a Sepe. Due soltanto gli indisponibili per l’Empoli, Laurini e Guarente, mentre tutti gli altri potranno essere schierati dal tecnico toscano.

Per quanto riguarda il risultato, il pronostico è orientato in favore dei padroni di casa. 

Nella 14esima giornata l’Inter ospita l’Udinese che torna così al Meazza solo sette giorni dopo la sconfitta subita ad opera del Milan. Mancini vuole ottenere la prima vittoria in campionato della sua gestione dopo il pareggio nel derby e la sconfitta di Roma, e conferma il suo classico 4 – 3 – 3 con un centrocampo di grande potenza con Medel, Kuzmanovic e Guarin, ed il fantasista Kovacic spostato nei tre di attacco, insieme ad Osvaldo ed a Palacio, mentre Icardi questa volta partirà dalla panchina.

Indisponibili in difesa il serbo Vidic, Nagatomo e Jonathan, Mancini si affida ancora una volta a Dodò sulla fascia sinistra ed inserisce Campagnaro su quella destra, con la coppia Ranocchia –Juan Jesus.

L’Udinese ha battuto mercoledì per 4 – 1 il Cesena in Coppa Italia, con due reti nei supplementari dopo il 2 – 2 del 90° La formazione di Stramaccioni, che ritorna da ex in quello che è stato il suo stadio per una stagione e mezza, risponde con il classico 4 – 3 - 2 – 1 con Di Natale unica punta, sostenuto alle spalle da Konè e Thereau.

Il tecnico friulano ha Domizzi squalificato, ed in difesa si affida a Piris, Herteaux, Danilo e Pasquale, mentre in porta è confermato Karnesis. Il pronostico è molto incerto, ma alla fine si dovrebbe vedere la prima vittoria di Mancini in questa sua seconda avventura all’Inter. 

La partita sarà trasmessa in diretta sui canali calcio di Sky Sport e Mediaset Premium, che mettono a disposizione dei propri clienti la possibilità di vedere gratis le partite in streaming tramite le app Sky Go e Premium Play, con cui vedere le partite in diretta live su tablet e cellulari Android e sui prodotti Apple iPhone e iPad.
Anche Tim e Vodafone fanno vedere la partita della propria squadra sul cellulare e sul tablet.
Da non dimenticare anche SkyGo Online che offre la possibilità di acquistare le singole partite, inclusa Napoli-Empoli anche a chi non è abbonato alla tv di Murdoch a 9,90 Euro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il