BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni vecchiaia, donne, anzianità riforma Governo Renzi: novità per tutti negative in norma contro pensioni d'oro

Cosa si nasconde dietro la nuova norma del tetto alle pensioni d’oro? La denuncia della Confederazione sindacale dei medici e dirigenti e cosa succede davvero?




Critiche alla norma della Legge di Stabilità che prevede un nuovo tetto alle pensioni d’oro per gli altri funzionari dello Stato espresse Cosmed, la Confederazione sindacale dei medici e dirigenti, secondo cui questa novità inciderà negativamente su tutti i contribuenti che avevano almeno 18 anni di contribuzione al 31 dicembre 1995, senza alcuna distinzione, non essendo previsto alcun limite di importo che escluda dal taglio le pensioni più basse.

Secondo il nuovo testo approvato, viene modificata l’attuale legge prevedendo che, dopo aver maturato l’età pensionabile, i contributi versati dai lavoratori attivi non portino ad un aumento di pensione, e diventando così una sorta di prelievo mascherato sullo stipendio, motivo per il quale molti di coloro che sono rimasti al lavoro o che hanno effettuato i riscatti sperando di ricevere assegni più cospicui non vedranno diventare realtà le loro aspettative.

Questa novità, tra l’altro, colpisce, con effetto retroattivo, anche coloro che hanno maturato i requisiti contributivi prima dell’entrata in vigore della legge Fornero: per la loro si bloccherebbe la progressione pensionistica dal 2012 pur avendo versato altri contributi; inoltre, vale anche per i trattamenti pensionistici già liquidati e che verrebbero ricalcolati al ribasso.

Come facilmente immaginabile si tratterebbe dell’ennesima delusione per i pensionati, costretti sempre a pagare il prezzo di una crisi che in un modo o nell’altro li colpisce comunque. Sarebbe stato meglio pensare a definire in maniera più puntuale e precisa determinati criteri che avrebbero dovuto essere pensati esclusivamente per i ‘papabili’ alle pensioni più alte, prevedendo limiti tanto temporali quanto di guadagni percepiti e lasciando fuori da beffe varie i pensionati ‘normali’.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il