BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Renzi riforma ultime notizie: referendum abolizione Legge Fornero, scontro diventa ufficiale in Parlamento

E’ scontro tra premier Renzi e Lega su riforma pensioni, necessità di interventi e referendum di abrogazione della legge Fornero: la situazione




Il premier Renzi sostiene da sempre la necessità di interventi sulla riforma pensioni Fornero, senza, però, stravolgerne l’impianto, l’unico di una riforma capace di assicurare allo Stato ben 80 miliardi di risparmi fino al 2021, pur tra ‘lacrime e sangue’. Certo, la riforma Forenro ha reso più rigidi i requisiti pensionistici alzando per tutti l’età di accesso alla pensione, creando non pochi problemi (come esodati e Quota 96) ed estendendo il calcolo contributivo per tutti, ma è nata in un momento di contingenza particolare e in quel momento non si poteva fare altro che agire così, come ha ribadito più volte lo stesso ex ministro del Lavoro.

Oggi, invece, le novità parlano di un grande consenso che sta riscuotendo il referendum abrogativo della riforma pensioni attuale proposto dalla Lega, che ha ricevuto l’ok dalla Cassazione, che attende il parere della Corte Costituzionale e che, nel frattempo, si è già guadagnato l’appoggio di sindacati e forze politiche, tra cui Italia dei Valori e Sel.

Eppure il premier Renzi esprime grande soddisfazione per i cambiamenti alle pensioni approvati con la Legge di Stabilità, vale a dire tetto alle pensioni d’oro e possibilità di accesso alla pensione anticipata senza penalizzazioni per i precoci che vogliono uscire prima dei 62 anni. Per la Lega, tuttavia, si tratta ancora di misure insufficienti e il leader Salvini resta sulla sua posizione di voler assolutamente cancellare la legge pensionistica della Fornero, che ha creato troppi problemi, come quelli di esodati e Quota 96 scuola.

E nonostante le parole di Renzi che richiama gli interventi pensioni fatti, la Lega ha ricordato al governo che le promesse finora in questo senso non sono state rispettate, ma le prime aperture del governo mostrano una volontà di agire sulla previdenza proprio per evitare che si arrivi al voto sul referendum e probabilmente si arriverà anche alla realizzazione di quegli interventi, di cui aveva parlato Renzi, come revisione delle pensioni integrative, delle baby pensioni, come delle pensioni di invalidità e reversibilità.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il