Cresce in borsa l'italiana Eurotech dopo un'importante commessa ottenuta dall’esercito americano

Incassa oltre il 2,4% in borsa Eurotech



Incassa oltre il 2,4% in borsa Eurotech. La notizia che ha spinto agli acquisti è americana e riguarda il closing di un contratto da circa 750 mila dollari (circa 590 mila euro) con Metro-North Railroad, una delle società che gestiscono i trasporti a New York.

La compagnia guidata da Roberto Siagri ha concluso l’accordo tramite la controllata Parvus, attiva anche nel settore della difesa, che ha prodotto un mobile access router, ossia un dispositivo di connessione alla rete wireless, con la Cysco System. Il Duramar, (questo è il nome del dispositivo) servirà a garantire una maggiore sicurezza su treni e metropolitane della Grande Mela. Visti i recenti disastri dei trasporti pubblici italiani chissà che Eurotech non possa in futuro dare una mano anche al Belpaese.

La società dei nanopc è reduce da una battaglia per la conquista dell’inglese Radstone, che alla fine è sfuggita alle brame del gruppo italiano grazie ad una controfferta della GE Fanuc Embedded Systems e alle forte resistenze del management del gruppo britannico.

Eurotech si è però consolata presto con una commessa da 880 mila dollari per dei computer da polso in dotazione all’esercito americano e con il lancio, una decina di giorni fa, della CPU-1462, un minicomputer dotato di processore Intel Pentium III (clock 800 MHZ) con 4 porte usb, una memoria ram da 256 Mb e probabili applicazioni nei setttori dell’industria, della difesa e delle telecomunicazioni. La società dei microcomputer capitalizza a piazza Affari circa 310 milioni di euro e sembra un po’ come i suoi prodotti: piccola ma molto potente.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il