BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Nexus 6: a Project Ara si affiancano due nuovi cellulari e progetti alternativi

Il mercato degli smartphone modulari sta prendendo piede, e già alcune case produttrici si danno battaglia per saturarlo.




Il mercato degli smartphone modulati è nato da poco, e già vede alcune case produttrici contendersi questa fascia di mercato, “invasa” inizialmente da Project Ara grazie al contributo di Google.

Questi prodotti innovativi potrebbero davvero catturare l'attenzione del pubblico, specialmente di quello più giovane, perché uniscono dispositivi performanti con un'estetica totalmente personalizzabile e adattabile alla fantasia degli utenti, che hanno fatto della personalizzazione uno stile di vita.

Come già scritto, altri smartphone stanno comparendo in questa categoria, come il Puzzle Phone, prodotto della Circular Devices.

La startup finalndese ha creato questo smartphone Android in grado di cambiare i propri connotati, senza necessità di sostituire alcune parti del dispositivo; a differenza di Project Ara, lo smrtphone sarebbe composto da tre interi blocchi: il cervello, nel quale è contenuta la maggior parte dell'elettronica del dispositivo; il cuore, dove si trova la batteria e ila colonna vertebrale, della quale fanno parte il display (da 4.3, 4.7 e 5 pollici), gli speaker e il case del prodotto.

Queste tre componenti possono quindi essere interscambiate per infine creare un proprio prodotto personalizzato, tramite l'ausilio di magneti in neodimio e alcuni fermi appositi.

La casa produttrice si è servita di materiali riciclati per l'occasione, a basso impatto ambientale, che in teoria dovrebbero permettere agli acquirenti di non sborsare cifre esorbitanti per entrare in possesso del Puzzle Phone.

Ma ci sarebbe anche Motorola, come concorrente: la casa produttrice starebbe progettando una nuova versione “Droid” del Nexus 6, che potrebbe uscire durante il corso del 2015.

Ancora non è dato sapere se esso sarà un semplice upgrade della precedente versione, o se si avvicinerà al mercato degli smartphone modulari; scopriremo tutto soltanto tra qualche mese.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il